Un mese e mezzo fa era sopravvissuto all’agguato del cognato. Oggi Antonio Marzocca, 36 anni, è finito in carcere con l’accusa di maltrattamenti e lesioni nei confronti della moglie. E’ stata la Polizia di Stato a eseguire l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip presso il Tribunale di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica.

La donna ha denunciato di aver subito nel corso degli anni continue violenze e maltrattamenti da parte del coniuge, che in alcuni casi hanno lasciato cicatrici indelebili. In alcune occasioni aveva manifestato il suo comportamento violento anche in presenza del figlio minore, strappando le foto del matrimonio, distruggendo suppellettili di casa e tagliando la fede nuziale con una tenaglia.

Le attività investigative condotte dalla sezione specializzata della locale Squadra Mobile, supportate da numerose escussioni testimoniali, hanno consentito di raccogliere gravi elementi di responsabilità nei confronti del Marzocca che hanno determinato la locale Procura della Repubblica a richiedere il provvedimento cautelare in parola.

La decisione di denunciare le gravi e continue violenze subite nel corso degli anni è seguito al tentato omicidio nei confronti dell’arrestato ad opera del fratello della donna, che, dopo l’ennesima violenza nei confronti della sorella, la mattina del 25 settembre scorso, aveva esploso alcuni colpi d’arma da fuoco all’indirizzo 36enne, attingendolo gravemente al fianco. Nella circostanza la Squadra Mobile arrestò, in flagranza di reato, PISCOTTI Biagio di anni 31 responsabile del tentato omicidio e di detenzione illegale di arma clandestina.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here