Sei nuovi pini arricchiscono la cintura del Castello Svevo di Bari.  Piantati con una tecnica speciale che “grazie a una camera d’aria creata nell’apposito spazio”  spiega l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso, non andranno a intaccare la stabilità del marciapiede in pietra da poco restaurato.

“Con questa tecnica – spiega ancora l’assessore – le radici saranno indotte ad andare in profondità invece che diramarsi in superficie e danneggiare la pavimentazione”. La scelta dei pini era obbligata per coerenza col resto delle piantumazioni storiche presenti lungo il perimetro del maniera barese. L’arrivo di questi nuovi alberi permette di abbellire il lato ingresso dell’edificio storico e allargare l’area verde in continuità con i Giardini d’Aragona, ristrutturati e ingranditi di recente.

“Queste nuove piantumazioni – aggiunge Galasso –  dimostrano come quella dei pini nella città non è una scelta in disuso ma percorribile per arricchire di verde il tessuto urbano”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.