In mattinata odierna, i carabinieri del Comando Provinciale di Bari, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura della Repubblica – D.D.A. del capoluogo, nei confronti di 14 persone, ritenute, a vario titolo, responsabili di porto e detenzione di più armi da sparo e di alcuni episodi di estorsione ai danni di esercenti della città di Bari.

Per tutti i reati è stata altresì contestata l’aggravante dell’utilizzo del metodo mafioso e della finalità di agevolare associazioni mafiose operanti nel territorio.
L’emissione di detto provvedimento si è resa necessaria a fronte di quanto documentato nel corso delle indagini, da cui è risultata la disponibilità di armi da parte dei fermati ed il ricorso all’uso delle stesse, più volte verificatosi negli ultimi mesi, nell’ambito di contrasti criminali tra le varie consorterie cittadine. Inoltre è stato accertato il concreto pericolo di fuga da parte dei destinatari del provvedimento, i quali possono contare su basi logistiche alternative nella provincia ed all’estero.
E’ stata inoltre eseguita la cattura all’estero di un esponente di spicco di un clan operante nel territorio.

aqpfacile.it
progettoimmobiliaresrl.com
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here