Decenni di esperienza, punti di vendita in tutta Italia. E lavoratori sfruttati con la “collaborazione” di due sindacalisti locali. Due imprenditori di Francavilla Fontana, rispettivamente marito e moglie di 65 e 45 anni, titolari del marchio Magri Arrenda, sono finiti agli arresti domiciliari, dopo essersi arricchiti sfruttando la necessità di lavoro di una cinquantina di dipendenti.

Estorsione e autoriciclaggio i reati contestati, fra stipendi molto più bassi rispetto a quelli previsti dal contratto nazionale, buste paga false, ferie non godute e straordinari non retribuiti. Eseguito il sequestro preventivo per beni e altri profitti dei reati, pari a 1,2 milioni di euro.

Ad agevolare lo sfruttamento dei lavoratori avrebbero contribuito due sindacalisti locali, che consigliavano loro di accettare qualunque condizione contrattuale e persino falsi accordi conciliativi, sotto la minaccia del licenziamento.

aqpfacile.it
progettoimmobiliaresrl.com
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here