lapugliativaccina.regione.puglia.it

Presidio questa sera dei dipendenti comunali sulla vicenda Cassa Prestanza sotto il Palazzo di città. Il Comune ha deciso di sospendere i prelievi del 3 per cento dalle buste paga e di non garantire la buonuscita ai dipendenti in pensione.

Sulla questione è intervenuto il sindaco Antonio Decaro: “La drammatica situazione dei conti della Cassa Prestanza merita un’attenta riflessione soprattutto da parte di chi negli ultimi anni l’ha gestita, ossia i dipendenti comunali che hanno ricoperto l’incarico di amministratori della stessa Cassa. Da parte mia sono seriamente preoccupato per gli esiti finali di questa vicenda e, soprattutto, per i soldi versati dagli oltre 1300 dipendenti comunali, sono impegnato a verificare se, al momento, esistano possibilità risolutive a tutela dei risparmi dei lavoratori. Ritengo, però, indispensabile che tutto questo sia preceduto da una rigorosissima verifica delle modalità di gestione della Cassa in tutti questi ultimi anni in cui si è determinato questo gravissimo squilibrio finanziario. Immagino che su questo punto non registrerò divisioni tra maggioranza e opposizione. Così come spero che il percorso che intendiamo intraprendere – conclude –  per salvaguardare gli importi versati dai dipendenti, trovi la più ampia condivisione tra le forze politiche presenti in Consiglio comunale, a partire da quelle che hanno determinato questa situazione”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

1 COMMENTO

  1. Non è chiaro però quali siano le richieste dei dipendenti comunali difronte ai buchi lasciati nella Cassa Prestanza. Vogliono forse che il Sindaco per non perdere voti ripiani i debiti con i soldi dei cittadini? Sarebbe il colmo. Una specie di vicenda Monte dei Paschi alla barese.

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui