Nonostante l’impegno dell’amministrazione comunale di accendere anche nel fine settimana i termosifoni, per non fare trovare agli studenti aule al gelo, qualcosa non ha funzionato in alcune strutture, sia di competenza del Comune sia della Città metropolitana.

Disagi nel Socrate e nel Marco Polo, due scuole superiori gestite dalla Città metropolitana. Questa mattina gli studenti hanno seguito le lezioni con i cappotti. “Gli operai della ditta manutentrice della Città Metropolitana durante le feste hanno provveduto a sostituire l’intero impianto di riscaldamento del Socrate – fa sapere lo staff del sindaco –  Lavori necessari a seguito dell’improvvisa e imprevista rottura delle tubazioni dell’impianto nella parte interrata dell istituto qualche settimana fa. Per quanto riguarda il Marco Polo, l’impianto dell’istituto funziona correttamente, solo alcuni fancoil hanno dei problemi e nei prossimi giorni ne saranno sostituiti molti”.

Per le scuole comunali disagi a Mungivacca e San Girolamo. In particolare nel 26º circolo di piazzale Pugliese a Mungivacca, frequentato dai bimbi della scuola materna. Alle 9 sono rimasti in classe con i giubbotti e le sciarpe.

“Come comunicato la scorsa settimana, i riscaldamenti sono stati accesi anche durante i giorni di festa – spiegano ancora dallo staff –  Anche ieri, per alcune ore, sono stati accesi. Questa mattina c’è stato un problema con il contatore che, a un certo punto, è saltato. Sono stati immediatamente contattati i tecnici della ditta che sono intervenuti tempestivamente per il ripristino”. Disagi alla E28 di San Girolamo. “Stamani la maestra ha portato la stufetta elettrica – denuncia una mamma –  e dicono che i termosifoni saranno tiepidi e mai bollenti”.

“Appena ricevuta la segnalazione, il Comune ha contattato la ditta responsabile.  La EL28 sarà oggetto di un grosso intervento di riqualificazione a fine giugno che comprende il cambio degli infissi che eviterà la dispersione del calore”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here