Cabtutela.it
acipocket.it

Continuano le attività di raccolta cibo da parte dei volontari dell’associazione barese Incontra. Negli scorsi giorni un peschereccio di Bisceglie ha donato decine di cassette con prodotti ittici appena pescati che sono stati devoluti alle famiglie indigenti assistite.

Si tratta di una delle numerose attività di Incontra. In contemporanea prosegue l’esperienza del banco alimentare al San Paolo con il market solidale tra centinaia di prodotti dell’Ue, quindi non commerciabili, ma a disposizione di 500 nuclei famigliari. Di pari passo in piazzetta Balenzano, al quartiere Madonnella, dopo 10 giorni dall’inaugurazione aumentano le donazioni anonime al “muro della solidarietà” con vestiti e materiale destinato agli homeless.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

  1. I prodotti Ue dovrebbero essere assaggiati prima di essere distribuiti ai poveri. Si tratta, ad esempio, di legumi con scarse qualità organolettiche, ovvero sciapiti che l’Ue inscatola in quanto le considera eccedenze alimentari e poi le distribuisce con costi notevoli.
    Oppure di tratta di pasta che in Italia risulterebbe scaduta ma con il marchio Ue ottiene altri 2 anni di “vita”. E si badi bene l’Ue la compra dai pastifici e paga anche il trasporto. Un vero affare non c’è che dire.

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui