“Da mesi la Procura della Repubblica di Foggia tiene sotto grande attenzione la mia persona. Si parte dal presupposto di voler arrestare il sindaco prima di trovare qualcosa da contestare al sindaco stesso”. Lo afferma in un video postato sul proprio profilo Facebook il sindaco di Cerignola, Franco Metta, Comune in cui dallo scorso 9 gennaio si è insediata una commissione per verificare la sussistenza di forme di condizionamento mafiose. Nel video Metta sostiene che “lo Stato dovrebbe essere dalla mia parte, dovrebbe aiutarmi e, invece, non vede l’ora di arrestarmi senza sapere se ho commesso qualcosa di male o meno”. “Io non ho nulla da nascondere – precisa il primo cittadino – mi hanno pedinato, intercettato, controllato i conti”. Il sindaco aggiunge che “hanno indagato sulla mia ex moglie, indagato su mia figlia, indagato sulla mia compagna, indagato sui miei amici”. (Ansa)

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here