A seguito di attività investigativa, i poliziotti del commissariato di Barletta hanno individuato un casolare, posto a ridosso del sito archeologico di Canne della Battaglia, in cui presumibilmente alcuni spacciatori si recavano per  “tagliare” cocaina e confezionarla per lo spaccio al dettaglio.

In manette il pluripregiudicato Corrado Cardone, barlettano di 31 anni, già sottoposto alla misura dell’obbligo di firma, e Giuseppe Rizzi, barlettano di 32 anni con piccoli precedenti di Polizia.

Gli investigatori hanno predisposto un servizio di osservazione e, nella giornata di ieri, hanno notato due persone entrare all’interno della recinzione che delimita il casolare ed introdursi all’interno dello stesso, portando al seguito alcuni sacchettini in plastica. I poliziotti sono quindi entrati nella struttura ed hanno sorpreso le due persone mentre confezionavano dosi di cocaina. A seguito di perquisizione, sono state rinvenute 50 dosi di cocaina, appena confezionate, ed altri 100 grammi della stessa sostanza stupefacente, ancora da confezionare; sequestrato anche materiale utilizzato per il confezionamento (nastro adesivo, forbici, sostanza da taglio, bilancino di precisione, nastro isolante e diverse decine di bustine in cellophane) e piccole somme di denaro ritenute provento dell’attività illecita. Sottoposto a sequestro il motociclo utilizzato dagli arrestati per raggiungere il casolare e trasportare la sostanza stupefacente. Entrambi gli arrestati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Trani.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here