Sulla litoranea di Santo Spirito questa mattina si è svolto un flashmob in difesa dell’ambiente marino. I volontari di Retake, associazioni di quartiere, insieme a studenti della scuola Gabelli e i ragazzi erasmus hanno ripulito la costa a nord di Bari.

I ragazzi divisi in squadre, in circa tre ore, hanno setacciato palmo a palmo il lungomare Cristoforo Colombo. Rimossi dagli scogli decine di tappi di bottiglie in plastica che sono stati raccolti in un contenitore in legno a forma di pesce, immagine simbolo dell’iniziativa odierna. I team hanno salvato dal mare accendini, pneumatici, strutture in ferro, perfino una palina dei bus Amtab, materiale per edilizia e altri rifiuti indifferenziati che saranno correttamente smaltiti da Amiu Puglia.

Anche i pescatori di Santo Spirito con alcuni apneisti professionisti tra cui il campione italiano Nico Strambelli sono intervenuti sul fondale, profondo pochi metri, facendo riemergere numerosi materiali di scarto. “In totale sono circa 200 kg di rifiuti, più di cento bustoni”, commenta il presidente di Retake Bari, Fabrizio Milone.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
fieradellevante.it
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here