Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

Musica, comicità, simulazioni e stand espositivi, tutti con lo stesso comune denominatore: la sicurezza stradale. Oggi  in piazza Libertà a Bari è tornato il grande evento Bari Sicura a chiusura del progetto La Cultura della Vita, portato nelle scuole superiori baresi (e non solo) dalla Fondazione Ciao Vinny Onlus.

Condotto da Mauro Pulpito e Antonello Loiacono, il format di Bari Sicura è collaudato e, come ogni anno, ricco di tante soprese. Si tratta di una giornata interamente dedicata alla sicurezza stradale e alla prevenzione degli incidenti, ma anche una grande festa con la partecipazione delle scuole superiori di Bari (nove gli istituti coinvolti su Bari: Perotti; Lenoci; Salvemini; De Nittis – Pascali; De Lilla; Romanazzi; Calamandrei e due in provincia: Volta – De Gemmis di Bitonto e l’ITT Nervi – Galilei di Altamura),  insieme alle tante associazioni e realtà locali che si occupano di sensibilizzare i cittadini sul tema, con il patrocinio dell’Asset (Agenzia Regionale Strategica per lo Sviluppo Ecosostenibile del Territorio).

“Questa iniziativa conclude un percorso durato tutto l’anno, anzi che dico. Un percorso che non si conclude mai del tutto – spiega Lorenzo Moretti, vice presidente della Fondazione Ciao Vinny Onlus -. Crediamo fortemente nell’azione educativa e di prevenzione che svolgiamo, anche se purtroppo spesso ci sentiamo un po’ troppo soli nel combattere questa battaglia che invece è di tutti – lamenta -. Ci piacerebbe vedere le istituzioni sempre più presenti al nostro fianco, e non solo quando succedono tragedie. C’era un tempo – ricorda – in cui la sicurezza stradale era un pilastro importante per le amministrazioni, a tutti i livelli. Un tempo in cui la sicurezza stradale era un tema caldo e venivano messe in campo tutte le strategie e le risorse necessarie per evitare che il sangue scorresse sulle strade. Adesso è il momento di tornare a lavorare come un tempo. Non possiamo permetterci di aspettare, i nostri ragazzi non possono permettersi di aspettare. Noi siamo pronti, chi vuole può unirsi a noi”.

I numeri infatti sono impietosi. Secondo l’ultima rilevazione ISTAT del 2017 gli incidenti stradali con lesioni a persone in Italia sono stati 174.933, in leggero calo rispetto al 2016, con 3.378 vittime e 246.750 feriti. Tra le vittime aumentano i pedoni (600, +5,3%) e i motociclisti (735, +11,9%), mentre risultano stabili gli automobilisti deceduti (1.464, -0,4%); in calo ciclomotoristi (92, -20,7%) e ciclisti (254, -7,6%). In Puglia nel 2015 si sono registrati 9.524 incidenti con lesioni che hanno causato il decesso di 232 vittime ed il ferimento di 15.634 individui. Nel 2016 sono aumentati: 9.932 sinistri stradali con 254 vittime e 15.768 feriti. L’ultimo anno in cui si era manifestato un aumento dell’incidentalità stradale è stato il 2009 (+6,5% rispetto al 2008) mentre, per la mortalità si deve indietreggiare fino all’anno 2004, quando si registrò un aumento del 2,5% rispetto ai dati del 2003.

In piazza è stato simulato un incidente (foto copertina) mentre Aci Bari Bat ha messo a disposizione un altro simulatore per provare le sensazioni della guida in stato di ebbrezza. Anche in piazza Umberto questa mattina, in occasione dei festeggiamenti per la fondazione dell’Arma dei carabinieri, è stato allestito dall’Aci uno stand sempre sulla sicurezza stradale (foto in basso).

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui