Convalidato l’arresto per contrabbando di sigarette di 5 soggetti, di cui 3 di origini bitontine e 2 di origine ucraina, effettuato nei giorni scorsi dai Carabinieri della Tenenza di Bisceglie.

Un equipaggio della Tenenza di Bisceglie, giunto in un’area isolata della zona industriale, ha deciso di procedere al controllo di un camion in sosta, al fine di verificare se fosse oggetto di furto. Il mezzo, infatti,  aveva destato l’attenzione dei militari poiché era insolito l’orario ed il luogo ove si trovava.  Mentre i militari hanno proceduto al controllo, il silenzio della notte è stato interrotto da strani rumori provenienti da un parcheggio privato di un’azienda ubicata a qualche centinaio di metri di distanza. I militari, constatato che il camion sottoposto a controllo non era oggetto di furto,  hanno deciso di continuare il servizio perlustrativo dirigendosi verso il parcheggio dal quale provenivano i rumori. Giunti nei pressi, hanno notato la presenza di un furgone  di colore rosso con telone bianco ed alcune ombre in movimento. Mentre i militari si avvicinavano al furgone hanno notato che le cinque persone presenti hanno iniziato ad agitarsi, cercando di sottrarsi alla loro vista. A quel punto, i militari li hanno bloccati e due di essi hanno tentato di giustificare la loro presenza dicendo di trovarsi lì per un  lavoro. Apparentemente tale giustificazione sembrava verosimile, visto che era in atto il trasbordo di merce da un camion ad un altro. A breve distanza, infatti, vi era un grosso TIR di colore bianco, anch’esso con il portellone posteriore aperto, al cui interno, però, i militari hanno constatato la presenza di un doppio fondo, in parte vuoto ed in parte  contenente numerose stecche di sigarette. Le stesse erano riposte in maniera ordinata all’interno di un’intercapedine  ricavata al di sotto delle pedane che costituivano la superficie calpestabile del rimorchio. Ciascun pannello-pedana era avvitato al telaio del TIR in modo tale da coprire il doppio fondo per eludere eventuali controlli. Il furgone rosso, invece, era quasi completamente carico di sacchi in plastica nera ricolmi di stecche e pacchetti di sigarette di varie marche. In totale  sono stati contati 32.800 pacchetti di sigarette con bollo statale ucraino, per un peso di circa 8 quintali. Del resto il TIR proveniva proprio dalla predetta nazione e due, delle cinque persone  sottoposte a controllo,  erano di nazionalità ucraina, mentre le altre tre,  già note alle Forze dell’Ordine per reati specifici afferenti il contrabbando e reati contro il patrimonio, erano di Bitonto (BA). Al termine degli accertamenti, la merce è stata posta sotto sequestro, come anche il TIR modificato ed il furgone rosso.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
fieradellevante.it
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here