Tra le dodici personalità che si sono distinte in Italia e nel mondo per le loro attività, ricerche, studi, applicazioni, spettacolo, arte, imprenditoria, vincitrici della XXVI° edizione del Premio “Argos Hippium” figura anche il prof. Vincenzo Spagnolo, docente di Fisica sperimentale della materia al Politecnico di Bari.

I selezionati dall’apposita giuria sono personalità eterogenee per settore di provenienza ed esperienza ma tutte, condizione indispensabile, accumunate da un’unica radice: l’appartenenza, per nascita o origine, alla Daunia, al suo territorio, a nord della Puglia.

L’Argos Hippium, premio istituito dalla apposita fondazione, celebra da 26 anni un riconoscimento al talento e all’impegno di chi in Italia e nel mondo si è fatto strada senza mai dimenticare le proprie radici.

Non si sottrae a ciò il prof. Vincenzo Spagnolo, nato a Manfredonia 52 anni fa, sposato, 3 figli. I risultati scientifici infatti, ottenuti dal docente nello studio e sviluppo di sensori ottici ad altissima sensibilità per la rivelazione di gas tossici ed inquinanti; i progetti di ricerca congiunti con industrie leader al mondo e prestigiose università europee ed extra-europee, hanno portato la commissione giudicatrice all’attribuzione del Premio “Argos Hippium” per il 2019 al docente del Politecnico di Bari che afferisce al Dipartimento Interateneo di Fisica.

In particolare, le attività di ricerca del docente del Politecnico di Bari, riguardano lo studio e realizzazione di sensori compatti, portatili e ultrasensibili di gas tossici quali idrocarburi per applicazioni di monitoraggio ambientale e petrolchimica. Un suo sensore compatto realizzato in grado di rivelare la concentrazione di metano, etano e propano in gas naturale è attualmente in test in Arabia Saudita, a Dhahran, presso i laboratori di ricerca della Aramco Saudi Arabia, la più importante ditta petrolchimica al mondo. Un altro sensore per la rivelazione del metano è stato usato invece, per monitorare le emissioni nei pressi di una discarica a Shanxi in Cina, mostrandone l’elevato livello di emissioni, dannosi per la salute.

Un’altra attività di studio del prof. Spagnolo, in collaborazione con la Rice University di Houston in Texas, è la sensoristica su drone per quantificare e monitorare le specie inquinanti presenti in atmosfera, anche in luoghi pericolosi o inaccessibili come in prossimità di ciminiere.

Il riconoscimento sarà attribuito al prof. Spagnolo venerdì, 28 giugno, ore 20.00, in occasione della XXVI° cerimonia del premio, in programma presso il Parco Archeologico di Siponto (Manfredonia), accanto alla avveniristica ricostruzione della Basilica paleocristiana dell’architetto Edoardo Tresoldi.

Oltre al prof. Spagnolo sarà attribuita l’onorificenza anche ad Agostino Iacurci, pittore, illustratore, incisore, muralista e scenografo; Aaron Rutigliano, proprietario e amministratore delegato del Ristorante londinese “Gola Restaurant”, considerato tra i migliori ristoranti italiani all’estero; Angela Rita Armiento, ricercatrice presso l’AO Foundation di Davos; Dario Caldara, economista presso la Federal Reserve Board a Washington DC; Umberto Berardi, professore associato all’Università di Toronto (dove dirige il Laboratorio di Zero Energy Building); Massimiliano Fraldi, professore ordinario di Scienza delle Costruzioni presso il Collegio di Ingegneria dell’Università di Napoli Federico II; Michele Bisceglia, già direttore della struttura complessa di anatomia e istologia patologica dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo; Aldo Augelli, autore dei comici Pio & Amedeo; Roberto Pucillo, amministratore unico di Alidaunia, società di navigazione aerea di Foggia, da lui fondata nel 1976; Manuela Vitulli, tra i travel blogger più influenti in Italia, scrittrice freelance; Mario Pace, autore della locandina italiana di “Spiderman far from home”, nuovo film Marvel.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...