Dopo tre votazioni terminate con un nulla di fatto perché nessuno dei candidati aveva raggiunto la maggioranza assoluta, oggi è stato eletto il rettore dell’Università Aldo Moro di Bari. Con il 58 per cento dei voti il successore di Antonio Uricchio è il direttore del dipartimento di Lettere, Stefano Bronzini, che ha sempre occupato la prima posizione in tutte e tre le votazioni ma senza mai raggiungere la maggioranza assoluta. Si è sfidato al ballottaggio con Roberto Bellotti, direttore del dipartimento di Fisica e che pian piano ha raggiunto consensi al punto tale da superare gli altri colleghi e arrivare al ballottaggio.

“Mettere armonia e credere nel territorio, questa è la missione dell’Università che voglio guidare, garantendo anche più servizi per gli studenti”, ha detto Bronzini, accolto da cori da stadio e dall’abbraccio dei suoi più fedeli amici come l’ex rettore Corrado Petrocelli.

In totale hanno votato in 2540 tra docenti, studenti, ricercatori e personale tecnico amministrativo.

(foto Daniele Leuzzi)

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

3 COMMENTI

  1. Va comunque detto che senza l’appoggio decisivo fornito da Vacca con i suoi voti di Medicina quasi sicuramente Bronzini non ce l’avrebbe fatta contro Bellotti. L’incremento dei voti di Bronzini al ballottaggio finale corrisponde in gran parte ai voti portatigli in dote da Vacca, che al termine dello spoglio in Ateneo ha infatti potuto dire “abbiamo vinto”.

  2. Bronzini si è ripreso l’Università dopo la sconfitta con Uricchio (che infatti ha appoggiato Bellotti) alle precedenti elezioni. Non a caso il primo a festeggiarlo è stato l’ex rettore Petrocelli di cui è il pupillo.
    Ma senza il sostegno di Vacca non ce l”avrebbe fatta anche stavolta..

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here