Domenico Modugno a 25 anni dalla morte resta un simbolo della canzone italiana. Nato a Polignano a Mare nel 1928, ha raggiunto l’apice del suo successo con la vittoria a Sanremo nel 1958.  “Volare” è la traccia più famosa, conosciuta in tutto il mondo su 230 incisioni prodotte in carriera: “L’uomo in frack”, “Notte di luna calante”,”Addio…, Addio…”, “Piove”, “La lontananza”, “Meraviglioso” e così via.

Nella sua città natale, Polignano, a circa 20 km da Bari, si può ammirare la statua sulla costa già meta dei turisti. Ma il sindaco Domenico Vitto ha annunciato la reazione di uno spazio museale e interattivo dedicato alla musica d’autore, nel vecchio museo Pascali: «Il progetto è già stato finanziato ed è per una casa della musica d’autore, però vogliamo con l’aiuto della famiglia farla diventare il museo Domenico Modugno», ha commentato Vitto.

Domenico Modugno al Festival di Sanremo 1972 (Credits Ansa)

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here