aqp.it
ferrovieappulolucane.it
amgasbarisrl.it

“Gli umbri hanno dimostrato che gli italiani hanno voglia di votare”: lo ha sottolineato Matteo Salvini a Perugia commentando i dati delle regionali in Umbria che hanno visto l’affermazione del Centrodestra e la vittoria della senatrice Donatella Tesei. Sconfitto  il candidato del centro sinistra Vincenzo Bianconi. L’Umbria passa al centrodestra dopo anni da storica roccaforte rossa.

“La sconfitta alla Regione Umbria dell’alleanza intorno a Vincenzo Bianconi è netta e conferma una tendenza negativa del centrosinistra consolidata in questi anni in molti grandi Comuni umbri che non si è riusciti a ribaltare. Il risultato intorno a Bianconi conferma, malgrado scissioni e disimpegni, il consenso delle forze che hanno dato vita all’alleanza”. Lo dichiara in una nota il segretario Pd Nicola Zingaretti.

“Dalla formazione del primo esecutivo ci è stato subito chiaro che stare al Governo con un’altra forza politica – che sia la Lega o che sia il Pd – sacrifica il consenso del Movimento 5 Stelle. Ma noi non siamo nati per inseguire il consenso, bensì per portare a casa i risultati, come il carcere per gli evasori di questa settimana e il taglio dei parlamentari della settimana precedente”. Lo scrive in un post su Facebook il M5S.

La sconfitta è stata netta: la Tesei ha superato il 57 per cento delle preferenze, distaccando di venti punti la coalizione di centrosinistra Pd/ M5S. La Lega raggiunge il 37 per cento, contro Fi che scende al 5 per cento, mentre sale al 10 per cento circa Fratelli di Italia. Sotto l’8 per cento i Cinque Stelle.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

  1. Il PD in sostanza ha tenuto con il suo 22% nonostante gli scandali della precedente gestione. Chi è crollato per davvero sono i 5 stelle scesi al 7%. Invece di sparare slogan giustificativi qualche domanda i 5S dovrebbero porsela su come mai non riescono più a intercettare i bisogni del popolo

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui