Cabtutela.it

La DIA di Trieste, in collaborazione con la locale polizia di frontiera e la Criminalpol, a seguito di estradizione concessa dalle Autorità austriache, ha arrestato il latitante Aleksander Hodaj, 38enne, albanese, munito di passaporto con false generalità, localizzato nel corso di un mirato controllo di polizia a Nickelsdorf (AUT), il 10 novembre scorso.

Nella circostanza, gli è stato notificato un mandato di arresto europeo, emesso dal gip di Bari nell’ambito dell’Operazione “Vrima”, condotta dalla DIA di Bari e coordinata dalla locale DDA, che ha disarticolato un’organizzazione criminale dedita al traffico di eroina proveniente dall’Albania e operante nel territorio della provincia di Bari, con diramazioni fino alla Toscana.

L’attività d’indagine, conclusasi nel 2015 con l’esecuzione di 20 misure cautelari per il reato di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, ha consentito, tra l’altro, il sequestro di oltre 13 chili di eroina (con elevatissimo grado di purezza), raffinata in un laboratorio clandestino gestito anche dal latitante.

Aleksander Hodaj dovrà scontare in Italia una condanna definitiva di 4 anni e 4 mesi di carcere.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui