Un arrestato, un segnalato all’Autorità Amministrativa, 411 identificati, di cui 51 stranieri e 60 con precedenti penali, 340 bagagli controllati: questo è il bilancio dell’operazione “Alto Impatto”, svoltasi nella giornata di ieri 11 dicembre nella Stazione del Capoluogo pugliese, finalizzata al rafforzamento dei controlli ai viaggiatori e bagagli, coordinata dal Servizio Polizia Ferroviaria del Ministero dell’Interno.

Il Compartimento Polizia Ferroviaria per la Puglia, la Basilicata ed il Molise si è avvalso anche del supporto di unità cinofile antidroga e anti esplosivo della Polizia di Stato, di pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Puglia e del Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica, che ha utilizzato anche l’automezzo “Moving Lab”.

I controlli hanno interessato anche le zone limitrofe alla Stazione Centrale e le  Stazioni  ferroviarie della Ferrotramviaria S.p.A., delle  Ferrovie Appulo Lucane e delle Ferrovie del Sud Est, dove sono state effettuate verifiche e ispezioni nelle sale di attesa, nelle biglietterie, nei sottopassaggi,  a bordo dei treni, lungo i marciapiedi di arrivo e partenza dei convogli e negli esercizi commerciali.

Proprio in Piazza Aldo Moro, gli Agenti della Polfer unitamente a quelli del Reparto Prevenzione Crimine Puglia hanno notato un cittadino straniero che per circa mezz’ora, rimanendo a distanza dalla stazione, osservava con attenzione i viaggiatori che uscivano dal lato dell’ingresso al sottopassaggio, facendo con alcuni piccoli cenni con il capo, quasi a parlare in codice. I poliziotti, insospettiti, hanno deciso di seguire l’uomo a distanza, che in compagnia di un altro straniero si allontanava in direzione di piazza Umberto. Notando uno scambio tra i due, gli operatori sono intervenuti riuscendo a bloccare il sospettato solo dopo un lungo inseguimento. Perquisito, lo straniero negli slip nascondeva un sacchetto di cellophane trasparente, contenente sostanza vegetale essiccata, mentre, nella tasca del giaccone, ulteriori 5 bustine, contenenti la medesima sostanza, per un peso complessivo di circa un etto di marijuana. Inoltre gli veniva sequestrata la somma di 175,00 euro in banconote di piccolo taglio, provento dell’attività illecita. L’uomo, un quarantenne originario della Costa d’Avorio, senza fissa dimora, con precedenti specifici e destinatario di un provvedimento di espulsione emesso in data 25.11.2019 dal Questore di Bari, è stato tratto in arresto per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio ed associato alla locale casa Circondariale, a disposizione dell’A.G.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here