Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

Stop alla vendita di bottiglie in vetro, al possesso di spray urticanti e restrizioni sull’accesso all’area della festa in piazza per Capodanno. Il sindaco Antonio Decaro ha firmato l’ordinanza a tutela della sicurezza pubblica. L’area del concerto sarà poi delimitata dalle fioriere di pietra per impedire l’accesso ad auto e tir.

Dalle 13 del 31 dicembre alle 5 del primo gennaio  su corso Vittorio Emanuele II, via Roberto da Bari tratto compreso tra corso Vittorio Emanuele e via Piccinni, Piazza Chiurlia e Piazza Massari, è vietato: somministrare, vendere per asporto, nonché detenere su area pubblica e/o aperta al pubblico bevande in bottiglie e/o contenitori in vetro, lattine di alluminio e/o bottiglie di plastica con tappo (divieto che vale anche per gli open shop h24); di detenere spray urticanti (in genere utilizzati per difesa personale) o qualsivoglia dispositivo urticante; compiere qualsiasi attività in contrasto con la sicurezza urbana e la conservazione e il decoro dei suddetti luoghi.

E’ altresì espressamente vietato, dalle ore 13:00 del giorno 31 dicembre 2019 alle ore 05:00 del 1° gennaio 2020, nell’area individuata su Corso V. Emanuele II delimitata da misure di security in quanto direttamente interessata dallo svolgimento dell’evento musicale programmato: accedere con zaini, borsoni contenenti bottiglie e contenitori in vetro, lattine di alluminio e/o bottiglie di plastica con tappo, spray urticanti (in genere utilizzati per difesa personale) o qualsivoglia dispositivo urticante;  compiere qualsiasi attività in contrasto con la sicurezza urbana e la conservazione e il decoro dei suddetti luoghi.

I trasgressori, fatta salva l’applicazione di ulteriori sanzioni in caso di concorso di violazioni, saranno puniti con la sanzione prevista dall’art. 650 del Codice penale. A carico dei commercianti trasgressori potrà scattare anche la sospensione della licenza dai 3 ai 15 giorni.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui