Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

Volontari in azione per mantenere pulito il territorio: è quanto avvenuto ieri mattina in occasione dello “Spazzatour”. L’evento di sensibilizzazione per la tutela dell’ambiente del V Municipio – organizzato dalla consigliera del Movimento 5 Stelle, Francesca Maiorano, in compagnia di attivisti e cittadini del territorio – ha riguardato, nello specifico, un tratto di via Gabriele D’Annunzio e si è concluso dalla parte opposta del ponte presente nella stessa strada, nelle vicinanze della scuola superiore IISS Majorana, a Palese.

Diverse le tipologie di rifiuti nei quali si sono imbattuti gli attivisti e i cittadini, tra questi anche carcasse di animali, oltre che un degrado generalizzato dovuto ad un evidente stato di abbandono.

Diverse sono le problematiche che la consigliera  ha portato all’attenzione dei cittadini, ma soprattutto delle istituzioni. Tra queste la possibilità di pericolo dovuto ad un palo della luce della pubblica illuminazione mai messo in sicurezza e mai rimosso nonostante le diverse segnalazioni, ma anche la presenza, sul ponte della strada provinciale 204, dell’albero di pino cresciuto sul passaggio dei pedoni. “Un albero la cui altezza  – commenta Francesca Maiorano  – dimostra da quanto tempo non viene ben attenzionata la zona. Inoltre- continua – vi è un pezzo di guardrail divelto, messo in sicurezza, se così possiamo dire, da nastri di plastica completamente deteriorati e da sottili fili di ferro arrugginiti che impediscono il passaggio dei pedoni. Durante lo Spazzatour – ha concluso la consigliera – abbiamo raccolto anche le istanze dei cittadini che lamentano la carenza totale dei cestini dei rifiuti, così come sono presenti ad esempio in altre zone del nostro Municipio. Inoltre i cittadini che sono proprietari di attività ricettive sono costretti ad accogliere i turisti che giungono nel nostro Municipio mostrando loro un paesaggio desolante e privo di decoro urbano con cumuli di fogliame che non vengono raccolti nonostante le segnalazioni e discariche di rifiuti di ogni genere in zone solo apparentemente nascoste perché vi è un ponte, ma di continuo passaggio per i residenti. A completare vi è una rotatoria in cui le aiuole sono prive di alberi o fiori ma soltanto piene di erbacce”.

Il ponte in questione, ricordiamo, è stato costruito per chiudere il passaggio a livello e semplificare dunque il passaggio dei veicoli e anche dei pedoni i quali, oltre alla corsia pedonale presente sul ponte, avrebbero dovuto utilizzare il percorso presente oltre due cancelli gialli per poter accedere alla stazione. Di fatto però quei cancelli non sono stati mai aperti e, come il resto, vertono in stato di abbandono risultando evidentemente arrugginiti.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui