Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

“Un’aggressione inaccettabile nei confronti di un medico impegnato in pronto soccorso”. La Asl Bari stigmatizza quanto accaduto domenica mattina nell’ospedale di Putignano, dove il medico di guardia è stato colpito ripetutamente da una donna che si è introdotta assieme ad una paziente nella sala visita del pronto soccorso, violando palesemente la disposizione che vieta l’ingresso di accompagnatori. Il medico, costretto a ricorrere alle cure mediche e comprensibilmente scosso, ne avrà per 5 giorni. Sui fatti è stata presentata una denuncia ai carabinieri.

La Direzione Generale, nell’augurare una pronta guarigione al medico vittima di violenza,  esprime vicinanza e solidarietà a lui e a tutti gli operatori impegnati ogni giorno nella gestione dei casi di emergenza, soprattutto in queste ore in cui le vicende legate al Coronavirus chiamano chi opera nella “prima linea” della sanità ad un supplemento di dedizione al lavoro. Il rispetto delle regole e delle persone, a maggior ragione quando indossano un camice bianco e sono nell’esercizio di un pubblico servizio, non possono in ogni caso subire deroghe.

La Direzione strategica ASL, infine, si affida alla celerità delle Forze dell’Ordine, affinchè sappiano fare chiarezza sull’episodio, tenendo anche conto che già il 26 gennaio scorso lo stesso Pronto Soccorso era stato scenario di un’aggressione del tutto analoga.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui