Cabtutela.it
acipocket.it

Dalla raccolta di cibo invenduto tra le attività commerciali alla raccolta fondi a distanza per aiutare i cittadini in difficoltà. Cambia ma non si ferma la spinta solidale dell’associazione Avanzi Popolo che ha fornito un resoconto intermedio sulle iniziative svolte a Bari durante l’emergenza coronavirus.

“Grazie ad una prima tranche di donazioni effettuate da Aurelio, Anna, Micaela, Andrea, Serafina, Raffaele, Francesca, Silvia, Nicolò e Maria Chiara, Daniela e Maurizio (che ringraziamo di cuore per la fiducia) abbiamo raccolto 875 € (segnaliamo per trasparenza che le commissioni trattenute sulle donazioni effettuate tramite Paypal pari a al 3,4% + 0,35 € sono state coperte con risorse dell’associazione)”.

Di questa somma hanno già impiegato 873,07 euro: 394,27 € per l’acquisto di prodotti alimentari e contenitori per la mensa del 13/4 presso Parrocchia San Sabino – Bari. Altri 403 € per l’acquisto di 8 buoni spesa da 50 € trasferiti agli sportelli Caritas di PARROCCHIA SAN LUCA BARI-Japigia (3 buoni), Parrocchia del Salvatore Loseto (1 buono), PARROCCHIA SAN FRANCESCO D’ASSISI – BARI JAPIGIA (2 buoni), e al Centro Sociale Evangelico “La Casetta” Bari (2 buoni). Inoltre 75,80 € sono stati destinati per l’acquisto di prodotti alimentari donati il 17/4 alle 5 famiglie di giostrai bloccate nelle vicinanza del Centro Commerciale Mongolfiera.

“Presto vi aggiorniamo sia delle spese che sono state consegnate nelle scorse ore sia delle altre donazioni che ci sono giunte nei giorni scorsi da tanti amici della nostra Comunità. Vi ricordiamo che è ancora possibile partecipare con un bonifico all’IBAN IT36B0359901899050188531058 intestato a APS Farina 080 Onlus (causale “spesa solidale”) o su paypal (info@avanzipopolo.it). Il 100% delle donazioni verrà trasformato in spesa di prodotti alimentari a favore degli enti di carità con cui collaboriamo”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui