Cabtutela.it
revolution-academy.it

“Sindaco Antonio Decaro, come mai nel bando Open Bari non sono previste le indennità per i negozi di dischi?”. La domanda sui social network arriva dagli imprenditori baresi protagonisti delle attività commerciali incentrate sulla passione per la musica, tra cd e vinili.

Il bando permetterà l’erogazione da parte del Comune di Bari di un contributo a fondo perduto fino a 1500 euro per incoraggiare la riapertura delle attività legate al commercio, all’artigianato, alla somministrazione di alimenti e bevande e la ripresa del lavoro degli esercenti di punti vendita ambulanti che hanno subito la chiusura delle proprie attività a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria Covid 19.

“Facciamo parte dell’economia di questa città – scrivono i gestori dello storico negozio New Records (via De Giosa) – siamo un veicolo di cultura come le librerie e rappresentiamo uno dei più importanti riferimenti per gli appassionati di musica, non solo a livello cittadino, ma anche regionale e nazionale”. Pronta la risposta dal Comune, con l’assessore Carla Palone che rassicura: “Il bando è aperto a tutte le attività che sono state chiuse dal Dpcm durante il lockdown da coronavirus, i codici Ateco sono solo indicativi”.

Foto New Records facebook


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui