Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Fine dei lavori sul waterfront, con la messa a bando dei locali rimasti vuoti da ormai due anni. Telecamere attive e migliore viabilità. Queste le richieste dei residenti riuniti nel gruppo Facebook “Vivere – La Voce di San Girolamo – Fesca Marconi”, raccolte da Borderline24. Una letterina a Babbo Natale per i quartieri.

“Anche questo Natale – scrivono i residenti-  le cose da chiedere a Babbo Natale sono tante. Tra le priorità vi è la conclusione dei lavori sul Waterfront, o meglio il tanto atteso collaudo tecnico e la messa al bando dei locali che darebbero sicuramente una nuova immagine e vitalità a questa nave alla deriva abbandonata nel nostro amato Adriatico. Complementare il collaudo delle opere, significa anche portare a termine il progetto completo, ovvero la realizzazione delle due spiagge di sabbia, rispettivamente a nord e a sud del lungomare e i relativi servizi a corredo (bagni, docce e servizi spiagge)”.

“Sarebbe auspicabile, dopo anni di attesa per l’installazione delle poche telecamere – continua la lettera raccolta da Borderline24 –  sapere che le stesse entrino a breve anche in funzione. Sarebbe utile anche sapere cosa intende l’amministrazione per “cura e gestione del verde tenendo presente che la cosiddetta macchia mediterranea non sia proprio esaltante ma al contrario è triste e abbandonata a se stessa, non da meno sono le aree a verde, sotto il Complesso Equatore”, che la stessa Amministrazione ha voluto prendere sotto il suo controllo, ma ad oggi non sono altro che campi di patate”.

“Proviamo a riscriverlo per l’ennesimo anno consecutivo – ribadiscono i residenti –  l’allargamento di strada San Girolamo, ma tanto rimarrà lettera morta, o al massimo ci sarà propinata la solita risposta, copia e incolla da anni. Anche se siamo del parere che l’amministrazione dovrebbe dotarsi di un piano B, visto che la stessa crede ancora che l’allargamento sia a carico dell’ARCA Puglia Centrale, a completamento della realizzazione dei prossimi, ma quanto prossimi alloggi popolari”.

“Altra nota, riguarda la sicurezza dei pedoni, sarebbe quella di prendere in seria considerazione la realizzazione di marciapiedi all’interno di tutto il quartiere, visto che ben oltre il 60% ne è sprovvisto”.

“Infine uno dei sogni più ambiti, ma forse avverrà casualmente prima delle prossime elezioni, sarebbe quello di vedere realizzato il ponte ciclo pedonale di Lama Balice tra Bari a Palese”.

“Due note positive vogliamo aggiungere alla fine di questa missiva: l’installazione delle nuove luci a led su Strada San Girolamo, con l’auspicio di continuare ad illuminare di luce nuova tutto il quartiere entro il prossimo anno e  la prossima realizzazione di un’area ludica sul lungomare”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui