Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Ricca di proprietà benefiche per l’organismo e alleata dell’apparato gastrointestinale. Parliamo dell’avena, un cereale ricco di fibre.

Utilizzato in tempi antichi soprattutto per nutrire il bestiame, recenti studi hanno invece rivelato diverse proprietà utilissime anche per l’organismo di donne, uomini e bambini. Tra queste spicca indubbiamente la capacità dell’avena di regolare i livelli di colesterolo nel sangue, offrendo ottimi risultati anche in caso di insonnia, depressione e nervosismo.

A differenza di altri cereali, come ad esempio orzo e frumento, l’avena mantiene la crusca e il germe (parti del chicco in cui si trovano la maggior parte dei nutrienti), i quali contengono molte sostanze cardioprotettive. Inoltre, recenti studi, in particolare quelli effettuati presso il dipartimento di nutrizione dell’Università di Toronto, hanno certificato la possibile efficacia delle saponine e acido fitico, contenuti nell’avena, nella prevenzione del cancro. Ma non solo.

L’avena contiene un tipo di fibra solubile, il betaglucano, che funge da vera e propria spugna. Quando il betaglucano si deposita nell’intestino riesce infatti ad intrappolare il colesterolo di provenienza alimentare in un gel appiccicoso che, una volta attraversato l’intestino, viene espulso dall’organismo.

Infine, ma non perché meno importanti, l’avena è ricca di vitamine del gruppo B, acido pantotenico, enzimi, ma anche minerali come calcio e fosforo, oltre che oligominerali e un alcaloide, l’avenina, che ha potenti effetti tonificanti, energetici e riequilibranti del sistema nervoso.

Consigliata soprattutto agli sportivi e a chi soffre di stress o cali di attenzione, tra cui studenti, gli esperti consigliano di consumarla preferendo quella naturale, soprattutto facendo attenzione che quest’ultima non contenga zuccheri in aggiunta, non solo perché ne si potrebbero vanificare le proprietà benefiche, ma perchè pericolosa soprattutto per i diabetici. L’avena naturale, va specificato, è consigliata a questi ultimi proprio perché contiene pochi glucidi. Ecco due ricette semplici e veloci per gustarla senza rinunciare alle proprietà benefiche.

PORRIDGE D’AVENA DOLCE O SALATO

Nutriente ed energetica, ecco qui una tipica pietanza anglosassone consigliata soprattutto come spuntino o colazione per le giornate più fredde, ma non solo. Il porridge ha infatti anche varianti salate. Il procedimento è simile. Una volta che vi sarete procurati la crusca d’avena, adagiate almeno 160 grammi in un pentolino all’interno del quale dovrete mescolare con latte (150ml),  acqua (140ml) e sale. Se di vostro gradimento potete aumentare, in base al vostro gusto, il quantitativo di acqua e latte valutando la consistenza in base alle preferenze. Lasciate cuocere sul fuoco per almeno due minuti aggiungendo del miele per dolcificare. Se preferite che la consistenza sia cremosa lasciate cuocere la pietanza ancora per 5 minuti aggiungendo una tazzina scarsa di acqua e lasciando che la stessa venga assorbita. Da qui in poi potrete condirlo come meglio preferite, aggiungendo frutta secca, semi, ma anche frutta. Consigliamo fragola, banana, kiwi, 3 noci e mandorle spezzettate. Per quanto riguarda la variante salata, è preferibile non utilizzare il latte. Basta infatti solo l’acqua. Al posto dei condimenti utilizzati per il dolce consigliamo olio, sale, pepe, curry e paprika. In aggiunta a questi condimenti si possono preparare a parte delle zucchine da aggiungere poi al porridge a fine cottura, con del prezzemolo. Consigliamo anche l’aggiunta di un uovo, preferibilmente sodo. In ogni caso la pietanza va servita calda.

MINESTRA DI AVENA ALLE VERDURE

Mettete a bagno l’avena (circa 250 grammi) e dei piselli secchi (basteranno 150 grammi). Successivamente sciacquateli con cura e metteteli a cuocere in dell’acqua bollente che avrete precedentemente salato. A parte lavate e tagliate a pezzettini piccoli peperoni, carote e patate (basta una patata e almeno 3 o 4 peperoni e carote). Mettere a rosolare le verdure in una padella con olio, aglio e cipolla. Aggiungete, se di vostro gradimento, altre spezie come timo e curry. Intanto, una volta pronti, scolate per bene piselli e avena e aggiungeteli nella padella con le verdure. Lasciate riposare per qualche minuto prima di servire.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui