Cabtutela.it
acipocket.it
amgasbari

È stato approvato dalla Giunta comunale di Bari, su proposta dell’assessore alle Culture Ines Pierucci, la realizzazione del progetto artistico dal titolo “Palcoscenico”, promosso dal Teatro Pubblico Pugliese in base all’accordo di valorizzazione del teatro comunale “Niccolò Piccinni” sottoscritto con il Comune a  dicembre del 2019. Si tratta di un’iniziativa che, considerata l’attuale sospensione degli spettacoli dal vivo aperti al pubblico dovuta al rischio pandemico, intende promuovere la cultura e lo spettacolo teatrale, seppure in forma nuova, attraverso la diffusione su emittenti televisive locali degli spettacoli prodotti da alcune delle più note compagini artistiche cittadine e registrati nel teatro Piccinni, trasformato per l’occasione in un palcoscenico televisivo.

Nel dettaglio il progetto riguarda la registrazione e la messa in onda di otto spettacoli teatrali tratti dal repertorio delle compagnie individuate e di due serate di varietà presentate da Mauro Pulpito, nel corso delle quali diversi artisti baresi si esibiranno in sketch e monologhi brillanti.I dieci appuntamenti con il teatro andranno in onda orientativamente tra febbraio e marzo sulle emittenti televisive; ogni spettacolo sarà introdotto da un breve video di presentazione delle compagnie.

Allo stato, l’elenco delle compagnie e degli artisti coinvolti comprende Uccio De Santis, Gianni Ciardo, Vito Signorile, Kismet, Nicola Valenzano, Gianni Colajemma, Nicola Pignataro e Davide Ceddìa, cui si aggiungeranno gli artisti ospiti delle serate di varietà in programma, ancora in via di definizione.

“Ora più che mai è fondamentale continuare a valorizzare e rendere fruibili i luoghi della cultura – commenta Ines Pierucci – adattandone la forma d’accesso al contesto che stiamo vivendo ed è questa la ragione per cui abbiamo accolto con favore la proposta del TPP, ritenendola perfettamente coerente con gli obiettivi del nostro mandato. Il covid – ha proseguito l’assessore – ha modificato lo spazio abitato dai nostri corpi e ha imposto soprattutto agli artisti di provare a immaginare un diverso vocabolario di gesti e relazioni. In questa direzione il progetto “Palcoscenico” prova a sperimentare una nuova modalità di fruizione dello spettacolo, e le rappresentazioni che si esprimeranno sul palco, e perfino tra le poltrone vuote o tra i luoghi degli attrezzisti o nei camerini del Piccinni, saranno un elemento della narrazione ma anche un gesto politico, che mostra il teatro che ci è negato e i suoi lavoratori”.

La spesa a carico del Comune di Bari per la realizzazione del progetto ammonta a 150mila euro (IVA esclusa) e prevede un rimborso alle emittenti televisive per i costi di regia, montaggio e messa in onda per 15mila euro ciascuna, oltre ai costi relativi all’apertura del teatro nei giorni di prove e registrazione per la produzione esecutiva, mentre circa un terzo dell’importo complessivo è destinato al compenso per gli artisti coinvolti.

Tutto il materiale prodotto nel corso del progetto (le registrazioni e i video delle serate) sarà consegnato in copia all’amministrazione comunale con relativa liberatoria da diritti d’autore sia delle compagnie e degli artisti coinvolti, sia di chi si occuperà del montaggio e della produzione. 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui