Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Un weekend di servizi straordinari, quello appena trascorso, per i carabinieri di Bari, che sono stati impegnati nel contrasto della diffusione alla pandemia, con controlli anti-assembramento serrati nelle vie dello shopping del centro cittadino e nelle aree di maggiore aggregazione. In particolare sul lungomare fino a Torre a Mare, oltre che all’interno di esercizi commerciali e circoli ricreativi dell’intera area metropolitana. Solo sul territorio cittadino, sono stati 60 i carabinieri impiegati, che in quella che è stata denominata “Operazione strade sicure” hanno potuto contare sul supporto delle squadre di intervento operativo dell’11° Reggimento Puglia e dei militari dell’Esercito.

Nella mattina di sabato, in un circolo ricreativo di Modugno, dove erano state segnalate numerose persone assembrate, in palese violazione delle norme anti-covid, l’arrivo dei carabinieri non è stato gradito: un 34enne già noto alle forze dell’ordine, infatti, facendosi forte della presenza di una folta schiera di amici, ha colpito con un calcio uno dei militari intervenuti, dandosi alla fuga. Raggiunto poco dopo presso il proprio domicilio, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e sottoposto al regime degli arresti domiciliari, mentre per il circolo è stata disposta la chiusura.

Nell’ambito dell’area metropolitana, poi, i Carabinieri e la polizia locale dei diversi comuni hanno sottoposto a controllo circa 140 attività commerciali e oltre mille persone, con più di 40 sanzioni elevate per violazione alle normative anti-covid. Nel corso dei servizi non sono mancate le segnalazioni al Prefetto di giovani che, fermati per controlli anti-contagio, sono stati trovati in possesso di sostanze stupefacenti. Numerose anche le contravvenzioni al codice della strada contestate.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui