Cabtutela.it
acipocket.it

Prosegue il dialogo tra il presidente della Regione Puglia e i genitori sul futuro della scuola dopo le festività di Pasqua. In attesa delle decisioni del governo Draghi, Emiliano si è incontrato virtualmente prima nei gruppi delle mamme e dei papà su WhatsApp, poi ha deciso di chattare su Facebook dove i commenti dimostrano quanto siano divergenti le opinioni tra le famiglie.

“La scuola è vita, senza vedo mio figlio in difficoltà da settimane sempre al pc”, si legge in uno dei gruppi social. Il fronte favorevole alla presenza ha intenzione di scrivere al ministro dell’Istruzione per chiedere che, in caso di riapertura delle scuole fino alle medie, questo venga fatto rispettare anche in Puglia. Emiliano invece vorrebbe ripristinare la scelta tra did e presenza.

“Qualunque tipo di decisione – commenta Michele Emiliano – che limita gli incontri umani mette maggiore sicurezza in tutto il corpo sociale. Ma bisogna fare il rapporto tra vantaggi e svantaggi, se la dad crea problemi è giusto chiedere le attività in presenza, o nel caso contrario è giusto restare a casa. Si tratta di un diritto costituzionale. Non sono una pagliacciata le discussioni coi cittadini, non avevo presenza che tanti bambini la dad non riescono a sopportarla. Non per mia scelta c’è stata la sospensione”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

  1. Il limite dei rapporti sociali non è bello ma è una tutela, una prudenza.
    Purtroppo il virus salta di persona in persona e talvolta è asintomatico.
    I piccoli non vanno a scuola da soli ma vengono accompagnati dai genitori, si crea un assembramento misto fuori dalle scuole. ATTENZIONE a volere i figli a scuola a tutti i costi. Gli ambienti affollati senza ricambio di aria sono pericolosi. Restare immobili ai banchi per 5 ore, non è benefico. Necessita ancora tanto sacrificio ed attendere totale somministrazione dei vaccini. Non facciamo confusione e paragoni con assembramenti, se qualcosa è sbagliato non vuol dire che la scuola possa riprendere in presenza come se fosse tutto ok.

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui