Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Due importanti appuntamenti dedicati alla lettura, a Bari, nel mese di giugno. Ad annunciarlo è l’assessore comunale alle Culture, Ines Pierucci, che precisa che, in coerenza con l’impegno assunto per il suo mandato circa la promozione della lettura e la crescita culturale della comunità, nel capoluogo pugliese saranno realizzati due eventi a tema con il sostegno di Regione Puglia, Fondazione Puglia e Club delle Imprese per la Cultura di Confindustria Bari BAT.

Dal 25 al 27 giugno la città Bari ospiterà infatti la prima edizione di “Lungomare di libri”, la manifestazione ideata dall’assessorato comunale alle Culture che trasformerà il tratto della muraglia che va dal fortino Sant’Antonio al Teatro Margherita in una grande libreria a cielo aperto. Grazie a nuova sinergia a livello nazionale, la manifestazione barese, al suo esordio, dialogherà con ad altre due iniziative letterarie italiane: “Libri Come – Festa del libro e della lettura” (11-13 giugno), prodotto dalla Fondazione Musica per Roma a cura di Marino Sinibaldi, Michele De Mieri, Rosa Polacco e “Portici di Carta” (24 giugno), progetto di Città di Torino e Salone Internazionale del Libro di Torino.

Nella tre giorni barese le librerie cittadine e dell’area metropolitana che hanno aderito al progetto, insieme a una rappresentanza degli editori dell’APE (Associazione pugliese editori), proporranno i propri volumi secondo diverse aree tematiche di esposizione. Sarà il Salone del Libro di Torino a curare il programma degli eventi che accompagneranno la manifestazione e che prevede incontri con gli scrittori, laboratori per bambini, letture e momenti di riflessione.

Nell’ambito del Lungomare di Libri, dal 25 giugno al 25 agosto, nel foyer del Teatro Margherita sarà allestita una mostra sulla lettura vista attraverso l’obiettivo e la sensibilità di uno dei più grandi e popolari fotografi contemporanei: “Steve McCurry: On Reading” è un’opera di grande creatività, celebrata attraverso l’organizzazione di mostre internazionali dedicate, che raccoglie immagini di lettori scattate dal fotografo americano nei suoi quasi quarant’anni di viaggi intorno al mondo.

“Dopo un anno difficile come quello trascorso – è il commento di Ines Pierucci – finalmente siamo nelle condizioni di riprendere la programmazione degli appuntamenti culturali che abbiamo dovuto rimandare più volte a causa delle limitazioni legate alla pandemia. Giugno sarà il mese in cui torneremo a vivere la cultura in città con due eventi che mi stanno particolarmente a cuore perché guardano ai libri e alla lettura come elementi fondamentali per la crescita e la vitalità del nostro territorio – prosegue l’assessore – da un lato un festival diffuso sulla promozione del libro e della lettura che vedrà protagonisti i librai e gli editori pugliesi che con entusiasmo, da un anno a questa parte, hanno condiviso con noi l’ideazione e la progettazione dell’evento; dall’altro 70 scatti di McCurry, uno dei fotografi più amati dal grande pubblico, in una mostra che racconta il potere della lettura, un atto intimo e potente in grado di trasportare i lettori in altri mondi, reali, immaginari o anche solo sognati. Una mostra che abbiamo fortemente voluto allestire all’interno del teatro Margherita con l’intento di valorizzarlo appieno nella sua ecletticità di luogo destinato ad accogliere le diverse espressioni artistiche”, conclude l’assessore alle Culture del Comune di Bari.

“La Fondazione Puglia – dichiara il presidente Paolo Spinelli – ha inteso sostenere con particolare attenzione le iniziative “Lungomare dei Libri” e la mostra “Steve McCurry: On reading” in quanto da sempre la sua mission è quella di promuovere attività che nel nostro territorio si svolgono nell’ambito della cultura, della ricerca, della salute pubblica e del welfare. In tutti questi ambiti – prosegue Spinelli –  cerchiamo di essere complementari alle istituzioni pubbliche: non possiamo sostituirci ad esse, ma in noi è costantemente radicato il concetto della valorizzazione della nostra comunità territoriale. Oggi ci troviamo ad attraversare un momento storico davvero critico. Stiamo sperimentando, tutti insieme, una fragilità imprevista, e siamo chiamati a guardare al valore essenziale della nostra realtà sociale e delle nostre relazioni. Va riconosciuto e sostenuto pertanto l’impegno della nostra comunità territoriale ad aggregarsi attorno a valori più profondi e duraturi, tra cui in primis la propria identità culturale. Queste iniziative in cui vediamo come la lettura possa rafforzare ed impreziosire questo impegno, costituiscono una valida premessa per costruire ancora luoghi ed occasioni di approfondimento culturale in cui noi ci possiamo riconoscere, e quindi rendere sempre più vitale questa nostra identità”, conclude il presidente della Fondazione Puglia.

“Le nostre imprese – sottolinea, poi, Mariella Pappalepore, coordinatrice del Club delle Imprese per la Cultura di Confindustria Bari BAT – sono liete di collaborare a questa iniziativa che oltre ad una sua intrinseca valenza culturale, ha anche un forte valore simbolico, perché segna la ripresa della vita culturale sul nostro territorio dopo la pandemia. Apprezziamo molto il collegamento con il Salone del libro di Torino e auspichiamo che questo diventi un appuntamento stabile nei prossimi anni. Il tema della lettura è sempre stato molto a cuore alle imprese del Club, che nel recente passato ha sostenuto, fra l’altro, anche la creazione di biblioteche aziendali. I libri e la lettura saranno anche un tassello importante della Biennale dei racconti d’Impresa del nostro Club – prosegue Mariella Pappalepore – È bello che il tema possa diventare il filo conduttore di un’offerta culturale condivisa con il Comune di Bari”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui