Cabtutela.it
acipocket.it

Due uomini di 38 e 35 anni, entrambe di Andria, sono stati arrestati a Bisceglie dai carabinieri perché hanno tentato di rubare uno scooter. I militari, nel fine settimana particolarmente gremito di turisti, sono intervenuti rapidamente a seguito di una segnalazione anonima pervenuta sul numero di emergenza 112, in cui è stata riferita la presenza di due soggetti sospetti ad armeggiare su alcune auto e scooter parcheggiati sul lungomare in zona Salsello.

Giunti sul posto hanno imboccato la via per un brevissimo tratto in contromano. La manovra dei militari ha permesso di cogliere sul fatto i due malviventi, intenti ad effettuare manovre inequivocabili nel tentativo di impossessarsi di uno scooter Piaggio Liberty lì parcheggiato. Uno dei due ladri è stato bloccato sul posto, mentre il complice nonostante il tentativo di fuggire, è stato rintracciato dal personale operante nelle immediate vicinanze, grazie anche alla collaborazione dei cittadini. Il motoveicolo veniva restituito all’avente diritto, mentre gli arrestati dopo le formalità di rito, sono stati tradotti nelle loro abitazioni ad Andria.

Solo alcuni giorni prima, i militari avevano sventato un furto di autovettura, che i malviventi avevano poco prima caricato su un camion telato. In questa circostanza, il personale impegnato, per evitare la fuga del mezzo da trasporto, aveva occluso la strada ponendo il proprio veicolo di traverso sulla carreggiata, nonostante il tentativo dei malviventi di voler speronare l’auto dei Carabinieri, azione di forza alla quale i ladri hanno rinunciato solo dopo aver constatato la determinazione degli operanti, lanciandosi dal veicolo in marcia e lasciando andare a collidere lo stesso su un muro di cinta, con il veicolo rubato che scendeva senza controllo dal veicolo, prontamente fermato e posto in sicurezza dai carabinieri.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui