lapugliativaccina.regione.puglia.it

Dieci anni dopo, il comune di Alberobello piange il suo eroe. Lo fa attraverso la pagina Facebook dove ricorda il musicista 30enne che 10 anni fa, nel naufragio della nave da crociera Costa Concordia davanti all’isola del Giglio nel mar Tirreno, perse la vita dopo aver ceduto il suo posto in una scialuppa di salvataggio a una famiglia palermitana: padre, madre e due figli gemelli di 3 anni e mezzo.

“Oggi 13 gennaio 2022 Alberobello piange Giuseppe Girolamo, il 30enne nostro concittadino che il 13 gennaio 2012 ha perso la vita nel naufragio della Costa Concordia, all’isola del Giglio. Giuseppe, che lavorava sulla nave come batterista – prosegue la commemorazione – cedette il proprio posto sulla scialuppa di salvataggio a due fratellini, alla loro mamma e al loro papà pur non sapendo nuotare e quindi consapevole che quel gesto gli sarebbe costato la vita. In questi anni il Comune di Alberobello ha richiesto più volte, ma invano, che a Giuseppe fosse conferita la Medaglia al valor civile. Un gesto simbolico e doveroso nei confronti di un eroe generoso che -conclude – ha sacrificato se stesso per salvare il prossimo”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui