aqp.it
lapugliativaccina.regione.puglia.it

Vigilia sui generis per il Bari e per mister Michele Mignani, dopo tanto tempo si torna in campo con la voglia di riprendere a fare punti e a vincere. Domani i biancorossi ospiteranno il Catania, e il mister, come da prassi, dirige la conferenza stampa.

Dopo circa un mese di sosta la Serie C torna a far parlare di sé, il Covid non ha lasciato scampo a nessuna squadra ma ora riprendono le partite.

“Abbiamo avuto dei giocatori positivi, ma ci siamo allenati tanto e bene – spiega il mister – abbiamo rimodulato i carichi di lavoro per non pesare su chi ha fatto la “vacanza” forzata”.

Il Bari è attivo anche sul mercato, dopo le partenze di Semenzato e De Risio, il DS Ciro Polito si sta muovendo per rinforzare il centrocampo. Il mister però è sicuro e confidente della rosa a disposizione e non si espone troppo sulle richieste fatte alla società.

Con la ripresa degli incontri, i biancorossi dovranno affrontare il mese di Febbraio fitto di impegni, dovendosi destreggiare fra squalificati e indisponibili.

“Cerchiamo di riportare chi ha avuto problemi, in condizione di giocare e gestiremo le forze come abbiamo sempre fatto – sottolinea Mignani – onestamente se devo scegliere tra un mese dove non si gioca mai e uno dove si gioca sempre, preferisco il secondo”.

Il Catania di mister Francesco Baldini, in piena crisi societaria, sarà il primo avversario del 2022. Il mister ha le idee chiare sul da farsi e chiede attenzione.

“Il Catania ha una rosa di un certo livello per questa categoria, soprattutto da centrocampo in su – spiega il mister – ha giocatori vivaci ed esperti, poi è arrivato questo ragazzo dal nulla (Luca Moro n.d.r.) che sta facendo molto bene”.

Infine il mister spende due parole per i giocatori che chiedono più spazio durante le partite. Scelte difficili ma corrette per il bene del percorso della squadra.

“Lavorare per il Bari è un privilegio sempre, la comprensione per chi richiede un minutaggio c’è – sottolinea Mignani – ma c’è un obiettivo di squadra e non c’è spazio per le situazioni individuali. Se c’è la possibilità accontenteremo, altrimenti si rimane qui per lavorare e raggiungere l’obiettivo”.

Il calcio d’inizio di questo primo match del 2022, è previsto per le 17:30 di domani 23 gennaio.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui