aqp.it
lapugliativaccina.regione.puglia.it

Dopo esattamente un mese dall’ultima partita, il Bari torna in campo e ospita il Catania del capocannoniere Luca Moro. All’andata, in casa dei siciliani, fini 2-1 per i biancorossi grazie alla rete siglata allo scadere da Simone Simeri.

Ventitreesima partita del girone C di Serie C, rinviate le precedenti due giornate per le problematiche provocate dalla pandemia, che vede il Bari con una novità in attacco. Marras schierato dal 1′ minuto di gioco.

I 5 gradi e la pioggia, non fanno desistere i tifosi che occupano 3982 seggiolini del San Nicola. Da sottolineare la presenza di 6 temerari tifosi del Catania.

Primi 10 minuti giocati sul ‘chi va là’ da ambo le parti, con gli ospiti che aggrediscono palla e giocatori, rischiando di surriscaldare gli animi. Terranova soffre un po’ le incursioni di Moro rischiando di favorirlo.

Al 17′ minuto la situazione si complica per i biancorossi, Moro si procura un rigore, dubbio, che realizza spiazzando Frattali. 19 gol stagionale per l’attaccante classe 2004.

Il Bari, nonostante il nervosismo alle stelle, non si abbatte e cerca subito il gol del pari. Marcatura che arriva quasi istantaneamente con il solito Mirco Antenucci. Al 19′ minuto il capitano biancorosso, dopo aver saltato tre avversari deposita il pallone in rete, un gol da attaccante di razza. 1-1 e marcatura numero 200 in carriera per Antenucci.

Al 24′ brivido per gli uomini di Michele Mignani, Mallamo perde palla, Moro recupera e tira in porta, dove trova l’opposizione di Frattali. Il Bari dopo il gol del pari, inizia ad esprimere il proprio gioco. Antenucci ci prova più volte andando vicino al gol che non arriva per bravura della difesa ospite.

Al 35′ il Catania torna in vantaggio con Greco, Di Gennaro regala la palla agli avversari con un sanguinoso passaggio in orizzontale e il centrocampista rossoazzurro fa 2-1. Ingenuità difensiva in un momento favorevole per i biancorossi.

I padroni di casa non si perdono d’animo e nel giro di pochi minuti impensieriscono per due volte l’estremo difensore siciliano. La palla però esce dal rettangolo di gioco entrambe le volte.

La prima frazione di gioco si conclude con il Bari in svantaggio e con una simulazione da parte di Greco, che contribuisce a scaldare ulteriormente gli animi. I biancorossi hanno provato a segnare la rete del pari non riuscendoci e rischiando anche di concedere il doppio vantaggio agli uomini di Francesco Baldini.

Il secondo tempo comincia con il Catania sempre cattivo e falloso, Ercolani dopo pochi secondi rimedia il cartellino giallo per fallo su Citro appena entrato. Il Bari però non è rientrato con la giusta mentalità. Frattali prima e Mazzotta poi hanno rischiato di regalare il terzo gol agli avversari.

Partita tesissima, il secondo tempo rispecchia il primo, il Catania cerca sempre il fallo duro e l’ostruzione con l’arbitro che lascia correre troppo spesso. Al 57′ su ripartenza, gli ospiti chiudono virtualmente il match. Frattali compie un miracolo su Moro ma Biondi non manca il tap-in.

Il Bari continua a crederci e al 59′ Cheddira si procura un calcio di rigore nettissimo. Antenucci accorcia le distanze spiazzando Stancampiano. 12esimo gol stagionale per il numero 7.

I galletti ritrovano energie e cercano il pari, ma per farlo si spingono in avanti e al 63′ minuto Moro si divora il gol del nuovo doppio vantaggio. Greco sfrutta tutti gli spazi lasciati dagli uomini di Mignani e si rivela una spina nel fianco costante per il Bari.

Il Bari non si è mai arreso e i frutti del lavoro arrivano al 72′ minuto con Cheddira che sfrutta un cioccolatino sfornato da D’Errico e con un pallonetto batte il portiere per il 3-3.

Galletti pericolosissimi al 81′ con D’Errico che calcia benissimo ma a portiere battuto, la difesa riesce a mandare il pallone in angolo. Al minuto 84 ancora il numero 14 impensierisce il Catania e sfiora il vantaggio.

I biancorossi hanno provato più volte a trovare la via del gol ma dopo 5 minuti di recupero l’arbitro mette la parola fine al match. Una partita dalle mille occasioni, “ai punti” probabilmente avrebbe meritato il Bari.

Prossimo impegno per i biancorossi, il 30 gennaio in casa della Paganese. Calcio d’inizio anticipato alle 14:30 allo stadio Marcello Torre di Pagani. (foto ssc bari)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui