aqp.it
lapugliativaccina.regione.puglia.it

Da oggi, lunedì 24 gennaio, la Puglia passa da zona bianca a gialla. Il provvedimento è stato emesso dopo la crescita dei casi positivi e con la percentuale di occupazione dei posti letto Covid che ha superato la soglia critica individuata dal Governo.

Con il passaggio in zona gialla, per i pugliesi vaccinati non cambierà praticamente nulla. Dal 10 gennaio, infatti, è entrato in vigore il decreto legge del 29 dicembre, che prevede alcune modifiche rispetto alla classificazione di “zona gialla” del 2021 e che sono entrate in vigore anche quando la Puglia si trovava in zona bianca.

La novità sarebbe l’obbligo di indossare, anche all’aperto, la mascherina (ma già obbligatoria in tutta Italia fino al 31 gennaio). Niente restrizioni per gli spostamenti: da una zona gialla si può andare verso altre regioni in zona bianca o gialla, senza dover giustificare il viaggio con l’autocertificazione. Si può uscire liberamente anche dal proprio comune.

Pure in zona gialla valgono le regole sul super green pass, che è obbligatorio per la ristorazione (dal 10 gennaio anche per chi mangia nei ristoranti all’aperto o al bancone), per cinema, teatri, feste, stadi, eventi sportivi, musei e mostre o per partecipare a cerimonie pubbliche.

Così come previsto dal decreto, in zona gialla si potrà mangiare al chiuso in bar e ristoranti solo con il super green pass (obbligatorio anche per consumare nelle strutture di ristorazione all’aperto).

In zona gialla tutti i negozi restano aperti, ma tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio scatteranno nuove regole, comuni a tutte le fasce di rischio Covid. In particolare il green pass base serve dal 20 gennaio per andare dal parrucchiere o dall’estetista e dal 1° febbraio anche per accedere negli uffici pubblici, postali e finanziari e per entrare nei negozi che vendono beni non di prima necessità.

Le eccezioni riguardano le attività che offrono servizi essenziali, come i supermercati, i negozi di alimentari e le farmacie. Per salire sui trasporti pubblici serve sempre certificato verde rafforzato, con obbligo di indossare la mascherina ffp2. Si va a scuola regolarmente, le scuole di ogni ordine e grado sono aperte in zona gialla. Le discoteche rimangono chiuse fino al 31 gennaio. In zona gialla non è previsto il coprifuoco.

Occhio alle fake news – C’è chi continua a diffondere nelle chat, forse inconsapevolmente, le stesse regole della zona gialla decise un anno fa quando erano molto più restrittive. “Attenzione – scrive la Regione Puglia – Stanno già circolando informazioni errate sulle regole da seguire in zona gialla, non in linea con le attuali disposizioni nazionali. Per essere aggiornati correttamente, segui sempre i canali istituzionali”.

Due le bufale più comuni – In zona gialla vige ancora il limite massimo di quattro persone sedute allo stesso tavolo nei bar e nei ristoranti, per il servizio al tavolo al chiuso? No, in seguito all’introduzione dell’obbligo di Green Pass rafforzato, nei bar, nei ristoranti e nelle altre attività di ristorazione non vi sono più limiti relativi al numero di persone che possono sedersi allo stesso tavolo, purché sia mantenuto il rispetto delle capienze e delle regole per l’esercizio di tali attività stabilite negli specifici protocolli di settore.

Posso uscire fuori dalla regione – In zona gialla si può uscire dalla regione, anche senza green pass. Le regole oggi in vigore non prevedono restrizioni per gli spostamenti: da una zona gialla si può andare verso altre regioni in zona bianca o gialla, senza dover giustificare il viaggio con l’autocertificazione.

Qui la tabella delle attività consentite.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui