aqp.it
lapugliativaccina.regione.puglia.it
La ripartizione Patrimonio rende noto che è stato pubblicato oggi, sul sito istituzionale del Comune, a questo link, il bando per l’attribuzione del contributo alloggiativo (competenza 2020), ai sensi della legge 9 dicembre 1998 n. 431. I requisiti per l’ammissione e le modalità di partecipazione sono contenuti nel testo dell’avviso pubblico disponibile, insieme a tutta la modulistica nella sezione Bandi – Altri avvisi del portale cittadino.
Al momento della presentazione della domanda, il richiedente dovrà essere in possesso dei seguenti requisiti, pena la non ammissione al concorso: a) essere cittadino Italiano ovvero cittadino di uno stato appartenente all’Unione Europea ovvero di essere cittadino extracomunitario. Il cittadino straniero è ammesso in conformità a quanto previsto dall’articolo 40 del Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, emanato con Decreto Legislativo del 25 luglio 1998, n. 286, come modificato dall’articolo 27, comma 1, della Legge 30 luglio 2002, n. 189 (Modifica alla normativa in materia di immigrazione e di asilo);
b) essere stato residente nel Comune di Bari e nell’alloggio oggetto del contratto di locazione per il quale si chiede il contributo nell’anno 2020;
c) aver condotto in locazione un alloggio, nell’anno 2020, a titolo di abitazione principale, con contratto regolarmente registrato intestato al richiedente o ad un componente del nucleo familiare ed in regola con l’imposta di registro per l’anno 2020;
d) reddito annuo di riferimento del nucleo familiare, conseguito nell’anno 2020, rientrante entro i valori indicati nell’avviso.
La graduatoria sarà predisposta secondo un principio di gradualità in modo da favorire i nuclei familiari con redditi bassi; in caso di parità di redditi sarà data precedenza ai nuclei familiari che presentano un’elevata soglia di incidenza del canone sul reddito, distinguendo esplicitamente i concorrenti della fascia a) ed il relativo importo, da quelli della fascia b) ed il relativo importo.
Ai fini della verifica della situazione economica e patrimoniale del nucleo familiare deve essere resa apposita dichiarazione ai sensi del D.Lgs. n.109 del 31/03/1998.
“Anche quest’anno la Regione Puglia e il Comune di Bari hanno destinato risorse ingenti all’aiuto delle famiglie sul cui reddito annuo il canone di locazione incide in maniera significativa – commenta l’assessore al Patrimonio Vito Lacoppola -. In particolare, a fronte di un fabbisogno stimato complessivamente in circa 6.500.000 euro sul territorio cittadino, l’amministrazione comunale erogherà un contributo pari a circa il 70%, provvedendo a destinare a tal fine risorse proprie in misura maggiore rispetto agli anni scorsi. Questo a riprova del nostro impegno nel sostenere tutte le forme dell’abitare e le politiche che assicurino ai cittadini il diritto alla casa, come nel caso del contributo alloggiativo, una misura che permette di supportare le persone e i nuclei familiari che si trovino ad affrontare un momento di difficoltà per la perdita del lavoro o per una contingenza straordinaria, in un contesto generale ancora segnato dagli effetti della pandemia”.
L’erogazione dei contributi è condizionata al trasferimento dei fondi da parte della Regione Puglia. Il Comune si riserva la possibilità di assegnare un contributo inferiore rispetto a quanto previsto dal presente bando in presenza di risorse (statali, regionali e comunali) insufficienti a soddisfare il fabbisogno comunale. In tal caso si procederà a ripartire l’ammontare del contributo disponibile fra tutti gli aventi diritto in proporzione alle risorse a disposizione rispetto al fabbisogno.
Il contributo non verrà erogato qualora l’importo da liquidare dovesse essere inferiore ad euro 100. La domanda di partecipazione, a pena di esclusione, dovrà pervenire direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune di Bari entro e non oltre il prossimo 28 febbraio:
• a mezzo raccomandata a/r indirizzata all’Agenzia per la Casa – ripartizione Patrimonio – viale Archimede 41/A – 70126 Bari e deve riportare la seguente dicitura “Bando contributo alloggiativo – competenza 2020” – “Non aprire” farà fede il timbro postale,
oppure
• per via telematica mediante un indirizzo personale di posta elettronica certificata (pec) ovvero di un proprio delegato alla trasmissione, al seguente indirizzo pec: bandierp.comunebari@pec.rupar.puglia.it avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato “.pdf”. In caso di invio tramite un delegato, alla pec deve essere allegato il documento di delega alla trasmissione firmato dal richiedente e il documento di riconoscimento del delegato.
Per tutte le informazioni e richieste di chiarimenti, per l’intero periodo di apertura del bando gli interessati potranno utilizzare i seguenti contatti:
• indirizzo mail: barifitti2021@gmail.com
• recapito telefonico relativo a : 324/8191057 disponibile dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui