lapugliativaccina.regione.puglia.it
dona-il-sangue-regione-puglia-it
acquapertutti-aqp

Famiglie numerose in case troppo piccole. Un’emergenza sempre più attuale che viene evidenziata ancora una volta dalle classifiche Lab24 sulle città italiane per qualità delle vita incentrata su minori, giovani e anziani. Il report del Sole 24 Ore mostra nel dettaglio gli “spazi abitativi”, cioè il rapporto tra i metri quadri delle abitazioni baresi con le dimensioni dei nuclei famigliari: in questo caso il capoluogo pugliese è 102esimo posto su 107, e fa peggio solo di Prato, Monza, Bat, Roma, Napoli.

“Nonostante in città – scrive il sindacato Unione sindacale di base (Usb Bari) – si continui esponenzialmente a costruire nuovi moduli abitativi tra palazzi e villette, le famiglie più numerose e meno abbienti vivono in case piccole e sicuramente non confortevoli soprattutto per i bambini e le bambine”.

Una situazione che fa percepire il disagio quotidiano ad esempio durante il periodo del lockdown, “che ha significato dover forzatamente accedere alla dad in condizioni quasi proibitive e che ha evidenziato ulteriormente le diseguaglianze con cui tanti e tante minori hanno dovuto ingiustamente fare i conti”, conclude Usb.

Per quanto riguarda le tre classifiche generali sulle condizioni di vita, Bari si posiziona a metà classifica: al 68esimo posto su 107 nella categoria che riguarda i bambini, all’84esimo su 107 per i giovani e al 56esimo su 107 per gli anziani.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui