lapugliativaccina.regione.puglia.it
aqp-sa-di-futuro

Settembre da record per gli aeroporti di Bari e Brindisi. I passeggeri in transito sugli scali pugliesi sono stati 957.763 (630.200 su Bari e 327.563 su Brindisi), in crescita del 15% rispetto allo stesso periodo del 2019, anno record per Aeroporti di Puglia, quando i passeggeri in transito sono stati 832.339. La linea internazionale, con numeri che sfiorano i 395mila passeggeri, fa registrare un +10,1%, mentre il dato riferito alla linea nazionale, si attesta su 550.240mila passeggeri e un +22%.

Su base annua i passeggeri su Bari e Brindisi sono stati circa 7,2 milioni in crescita del 12,6% rispetto al dato del 2019. Ma non è tutto. Al di là dei numeri sempre più importanti registrati dai nostri scali, Aeroporti di Puglia è attenta anche alle risorse umane. Oggi infatti sono stati sottoscritti i contratti di assunzione di 9 dipendenti, tutte donne, che hanno maturato i requisiti di anzianità prevista essendo state impiegate strutturalmente negli ultimi anni  negli operativi degli scali di Bari e Brindisi. Le dipendenti che da oggi entrano a far parte della grande famiglia di Aeroporti di Puglia si sono distinte, nel loro percorso aziendale, per doti umane e professionali, dando prova di alte capacità, ma soprattutto incarnando a pieno la cultura aziendale fatta merito e sana competitività.

Numeri e risorse umane a cui, sempre oggi, si affianca un’altra importante e bella notizia: il decollo alle 18.25 del primo volo dall’aeroporto ‘Gino Lisa’ di Foggia. “Oggi – ha dichiarato il Presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile – è una giornata storica. Mettiamo a segno più traguardi che testimoniano la crescita della Società e che danno ragione del duro lavoro fatto in questi anni in sinergia con la Regione Puglia, con le rappresentanze sindacali. Oggi l’intera rete aeroportuale pugliese e la comunità di Aeroporti di Puglia, può essere orgogliosa dei successi raggiunti. Gli stessi successi che desidero condividere con tutto il management e i dipendenti. Abbiamo fatto un grande lavoro ed è giusto che iniziamo anche a raccoglierne i frutti, nonostante la pandemia. Abbiamo sempre creduto che la strada giusta fosse quella di non arrendersi e i numeri ci danno ragione”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui