LUNEDì, 15 LUGLIO 2024
74,561 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
74,561 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Bari, si cerca una soluzione temporanea per gli alunni dell’Anna Frank

La scuola primaria sarà interessata dai lavori da giugno 2024 a giugno 2026, online l’indagine esplorativa

Pubblicato da: redazione | Lun, 20 Novembre 2023 - 19:31
- PUBBLICITÀ LEGALE -
bari.aci.it"

Una sistemazione temporanea per gli alunni della scuola primaria del plesso “Anna Frank” nel periodo – presumibilmente da giugno 2024 a giugno 2026 – in cui l’edificio scolastico sarà interessato dai lavori di demolizione e ricostruzione, finanziati con i fondi del PNRR – Missione 2 – componente 3 – Investimento 1.1 “Costruzioni di nuove scuole mediante sostituzione di edifici”. È per questa ragione che, in mattinata, sul sito istituzionale del Comune di Bari, è stata pubblicata l’indagine esplorativa finalizzata a trovare una soluzione per i piccoli studenti.

La sistemazione temporanea potrà consistere nell’individuazione di immobili esistenti, purché dotati dei requisiti richiesti, ovvero di suoli dove allestire strutture modulari a uso scolastico. Nel caso di immobili, si richiede la disponibilità di otto sezioni di scuola dell’infanzia, adatte a ospitare circa 150 bambini, site al piano terra o al primo piano, e venti sezioni di scuola primaria per circa 370 alunni. La manifestazione di interesse potrà riguardare preferibilmente tutte le 28 sezioni, in subordine le sezioni relative a uno solo dei gradi di scuola e in via residuale una parte delle sezioni richieste, comunque non inferiore a 10. In ogni caso l’offerta dovrà indicare il numero di metri quadri complessivi disponibili, precisando nella relazione illustrativa anche la scalabilità della soluzione proposta.

I requisiti individuati per i suoli, invece, consistono in una distanza del sito dall’attuale edificio scolastico di massimo 3,5 km, nella forma regolare e pianeggiante del suolo, preferibilmente rettangolare, con un lato avente dimensione minima di 70 metri e l’altro di almeno 30, nella destinazione urbanistica del sito (area per i servizi alla residenza o in area per la residenza) e, infine, nell’eventuale presenza di alberature in posizione tale da non interferire con l’area occupabile del fabbricato temporaneo.

“D’accordo con la dirigenza scolastica e con una rappresentanza delle famiglie degli alunni, le attività didattiche saranno garantite nell’attuale edificio scolastico fino alla fine dell’anno scolastico – è il commento degli assessori ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso, e alle Politiche educative e giovanili Paola Romano -. L’intendimento dell’amministrazione comunale è quello di rendere operativa e disponibile la nuova allocazione temporanea per l’inizio del prossimo anno scolastico, a settembre del 2024. Come avevamo anticipato, c’è la massima disponibilità a cercare le soluzioni che rechino il minor disagio possibile ai bambini, alle famiglie e a tutto il corpo docente e amministrativo. È questa la ragione per cui gli uffici, al primo avviso esplorativo inerente la sola ricerca di immobili, hanno fatto seguire questo ulteriore avviso, che interessa anche suoli inutilizzati. All’esito di questa ricerca, che non sarà comunque vincolante né per l’amministrazione comunale né per i proprietari di suoli o immobili, avremo un quadro molto più chiaro di tutti i possibili scenari utili per il trasferimento temporaneo della scuola” – concludono.

Alla procedura possono partecipare tutti i soggetti pubblici e privati (persone fisiche e giuridiche) proprietari di immobili che rispondono alle caratteristiche indicate nel presente avviso, in possesso di titolo idoneo.

Nella valutazione dell’offerta saranno ritenuti elementi preferenziali:

· la vicinanza all’attuale sede del plesso scolastico Anna Frank;

· per i locali scolastici, la disponibilità di un unico corpo immobiliare per l’allocazione delle complessive 28 sezioni;

· il minor valore del costo al metro quadro;

· per i locali scolastici, la possibilità di fruizione di arredi ed attrezzature esistenti (incluse nel canone di locazione);

· per i locali scolastici, la disponibilità di ambienti ulteriori per lo svolgimento di attività extra-didattiche;

· per i locali scolastici, migliori condizioni generali dell’immobile.

L’offerta sottoscritta dal proprietario dovrà pervenire in busta chiusa e sigillata entro le ore 12 del prossimo 11 dicembre all’indirizzo Comune di Bari – Ripartizione Stazione Unica appaltante, Contratti e gestione Lavori pubblici, in via Michele Garruba 51, Bari. Non saranno prese in considerazione offerte presentate da intermediari o da agenzie di intermediazione immobiliare. Sul plico dovranno essere chiaramente indicati i dati del mittente ed il suo recapito, nonché dovrà essere apposta la dicitura: “Indagine di mercato esplorativa non vincolante per la ricerca di immobile/suolo, presente/i nel territorio del Comune di Bari, ai fini dell’allocazione “a carattere provvisorio” delle classi e delle sezioni del plesso “Anna Frank” dell’I.C. “N. Zingarelli”.

Foto rendering “Nuova Anna Frank”

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

I cani e la convivenza con...

Chi non ha problemi con cani (e bambini) all'interno dei condomini?...
- 15 Luglio 2024

Bari, addio a Leonardo Miniello: oggi...

Si svolgeranno alle 17 di oggi nella parrocchia di Sant’Antonio da...
- 15 Luglio 2024

Bari, incendio al Policlinico: bloccati gli...

Un incendio si è sviluppato su una sezione di un quadro...
- 15 Luglio 2024

Identikit del mutuatario: ha 39 anni...

Un’indagine completa sul settore dei mutui ipotecari deve prendere in esame...
- 14 Luglio 2024