104506948-eb34f4e0-6a83-4a56-a4d8-abb269d5a8f3Il 13 febbraio del 1984 è entrato nella storia dello sport barese. L’Amatori Volley Bari (sponsor Victor Village) conquistò  in Germania – prima assoluta in Italia – una coppa Europea di pallavolo femminile. Una coppa che, dopo 32 anni, resta l’unico trofeo di club nella storia della città di Bari.

\r\n

Tanti i ricordi per chi, come me, nel 1968 diede vita, con un gruppo di amici di scuola e del Redentore, ad un club – nel 1971 fusosi con la 2000uno – ancora in piena attività che ha onorato la pallavolo con uno scudetto, la già citata Coppa Europea, una Coppa Italia ed un tricolore nel beach volley.

\r\n

Tanti i ricordi di quella finale disputata a Feuerbach (a pochi km. da Stoccarda) con la squadra di casa netta favorita e con la squadra turca che contava su almeno 2.000 tifosi al seguito, frutto della presenza della numerosa comunità turca. Non mancavano i tanti italiani ancora amareggiati dalla sconfitta calcistica nei mondiali nella finale Germania-Italia.

\r\n

Per loro fu una rivincita. A fine partita piangevano più di noi e tutti facevano a gara per invitarci nei loro ristoranti e nei locali della zona. Finimmo i festeggiamenti, cui presero parte anche il Console della zona e altri diplomatici, alle prime ore dell’alba giusto in tempo per correre in aeroporto ed arrivare nel primo pomeriggio di lunedì 13 febbraio a Bari.

\r\n

Non c’era ancora internet, non c’era facebook per cui solo all’arrivo a Bari venimmo a conoscenza  degli applausi dei 30.000 tifosi baresi  che tra il primo e secondo tempo di Bari-Rende, appresero dagli altoparlanti dello stadio della nostra vittoria.

\r\n

Ad annunciarlo era stato Dino Petrelli, nostro addetto stampa (prematuramente scomparso da qualche anno) e primo tifoso contattato da noi telefonicamente pochi secondi dopo l’esaltante vittoria. Una squadra italiana del Sud batteva una squadra tedesca….il sogno della vita per tanti emigrati!

\r\n

Ma l’arrivo a Bari fu di quelli visti solo per le imprese del calcio: un migliaio di baresi e di atleti provenienti da tutta la Puglia ci aspettavano all’uscita dell’aeroporto…in testa il Sindaco Franco De Lucia, l’assessore allo Sport, Michele Barbone e Pietro Floriano Florio, magistrato e Presidente nazionale della FIPAV.

\r\n

Da non credere: la festa durò mesi e mesi, tra un’ospitata alla Domenica Sportiva a Milano ed un invito in Comune o in Regione.

\r\n

Ancora oggi ricordiamo quella stupenda vittoria. La Lega Pallavolo Femminile, nel 2014 ha organizzato i festeggiamenti per i 70 anni della pallavolo femminile italiana. Doppio piacere per me partecipare alle cerimonie milanesi, poiché nel mio piccolo vi ho contribuito da Presidente di club e anche da dirigente fondatore della lega di serie A.

\r\n\r\n\r\n

La formazione vincitrice della Coppa Cev nel 1984
La formazione vincitrice della Coppa Cev nel 1984
\r\n

Un ricordo sempre vivo e stavolta anche comunicato a tanti amanti della pallavolo femminile, perché, in galleria a Milano abbiamo avuto uno spazio nella vetrina dei cimeli con il Trofeo – poi donato alla Città di Bari- e l’esposizione della maglia ufficiale delle finali.

\r\n

La formazione, da sinistra in alto: Nicola Capocasale, Umberto De Santis, Donato Radogna, Giovanna Montanari, Lucia Chudy, Daniela Allegretta, Raffaella Torta , Sandra Cioppi, Rodica Popa, Chicca Alvisi, Mimmo Magistro e Rocco Petrelli;

\r\n

in basso Ninì Ferorelli, Gigi Monno, Titti Paoloni, Letizia Armenise, Anna Uzunova-Hristolova, , Nada Zrilic e Angela Forcina.

\r\n

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here