BARI – La stazione centrale di Bari è pronta a cambiare volto. Stamattina il sindaco Antonio Decaro, l’assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso, e l’assessora all’Urbanistica, Carla Tedesco, hanno effettuato un sopralluogo con i responsabili di Grandi stazioni, visitando i luoghi e le aree che saranno interessati da una completa ristrutturazione. Nel progetto è prevista la realizzazione della nuova palazzina sul versante di via Capruzzi che prevede la demolizione degli attuali manufatti e la costruzione di nuovi ambienti e nuovi spazi per restituire dignità a tutta l’area ferroviaria e dare un prospetto diverso alla stazione anche sul lato dell’estramurale (la facciata di piazza Moro è già stata oggetto di riqualificazione). I lavori riguarderanno anche i sottopassaggi che collegano le due parti della città. Grandi stazioni, entro il mese di aprile, dovrebbe aggiudicare i lavori per i sottopassi di sua competenza (2 e 3) che saranno completamente riqualificati ma non ampliati, diversamente da quanto accadrà per il sottopassaggio 1 ( quello più a nord), per cui il sindaco ha chiesto a Rfi un lavoro più complesso che, attraverso l’allargamento e il prolungamento dello stesso, determini un collegamento con le stazioni di Fal e Ferrotramviaria, in piazza Moro. “Sempre su piazza Moro – annuncia Galasso – abbiamo condiviso un piano di riorganizzazione di tutti gli spazi della piazza prevedendo soluzioni di parcheggio differenti rispetto ad oggi, una rimodulazione dei flussi di traffico e l’ allargamento dei marciapiedi in modo da renderli più efficienti e sicuri per i pedoni. Con il sindaco stiamo valutando la possibilità di destinare un’apposita area ad una soluzione per la sosta sul modello kiss and ride, con la possibilità di lasciare gratuitamente la macchina per un tempo limitato (massimo 20 minuti), con l’obiettivo di garantire il tempo necessario per il carico e lo scarico dei passeggeri e bagagli, così come avviene in altre città”. I lavori per la realizzazione del terminal, approvati dal Cipe, ammontano a circa un milione di euro.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here