\r\n\r\n

\r\n\r\nhttps://www.facebook.com/uispbari/videos/988697331217548/\r\n

BARI – Era il 1985 quando Vivicittà, la più grande manifestazione podistica della Uisp, sbarca per la prima volta a Bari. Il 3 aprile torna con la sua 30esima edizione, dopo tre anni di assenza.  Due i percorsi che attraverseranno la città, fino a raggiungere dal centro il parco di largo Due Giugno: 12 e 4 chilometri. Si prevede una partecipazione di oltre ottomila atleti e 10mila spettatori.

\r\n

“A Bari non fu subito amore a prima vista, anzi – racconta Elio di Suma, rappresentante della Uisp Bari –  Chi si iscriveva e partecipava, quando gli andava bene si sentiva gridare ” ci va fascien statt a casat ” quando gli andava male gli scaricavano addosso veri e propri gavettoni, per non parlare gli aggettivi che si consumavano nei confronti delle poche donne che correvano”. Poi Vivicittà è diventato un appuntamento fisso per la città di Bari: tutti si ricordano le magliette che venivano distribuite in ricordo di ciascuna edizione, ad esempio.

\r\n

La manifestazione coinvolge 43 città in Italia, 18 nel mondo, 26 istituti penitenziari: Vivicittà è la corsa più solidale dell’anno.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here