Bari – “Ai cavalieri bianchi (gli uomini della Provvidenza, ndr) non ho mai creduto. Sono fuori da relazioni con gli advisor e credo non sia il momento giusto per certi discorsi perché questi rumors possono avere effetti sulla tranquillità della squadra, concentrata per raggiungere l’obiettivo play off”: è netta la presa di posizione di Cosimo Giancaspro, socio di minoranza del Bari, intervistato dall’ANSA sulla querelle legata ai contatti tra il presidente Paparesta e un gruppo imprenditoriale malese.

\r\n

La solidità del club

\r\n

“Allo stato non c’é necessità di ingresso di capitali – ha aggiunto – e stiamo predisponendo ogni dettaglio per arrivare nella maniera migliore alla fine della stagione”. Lunedì prossimo c’è il consiglio d’amministrazione è l’ordine del giorno potrebbe prevedere altri punti, oltre all’analisi del bilancio.

\r\n

“Lavoro da tre mesi per comprendere le priorità finanziarie del club – ha analizzato Giancaspro – perché la situazione non era rosea. Dai bilanci depositati è contabilizzata una perdita. Il nostro lavoro è orientato a dare una solida base manageriale e a migliorare la finanziarizzazione”.

\r\n

Su possibili nuovi scenari (tra i quali c’è anche l’eventuale e possibile ricapitalizzazione) Giancaspro ha invitato semplicemente a tenere conto dei passaggi societari previsti nel Codice.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
fieradellevante.it
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here