Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Continua la Fiera di San Giorgio a Gravina fino a lunedì 25 con gli eventi collaterali. Musica, tradizione e innovazione con le serate alle Officine Culturali, concerto di Nino D’Angelo e il tradizionale corteo storico “Artù, re di spada e d’amore”.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\nDomenica 24 aprile ore 21:00\r\n\r\nNino D’Angelo e i suoi anni ’80\r\n\r\nGravina, tra emozione e nostalgia, rivivrà gli anni d’oro del cantautore napoletano\r\n\r\n \r\n\r\nGravina è pronta ad accogliere il maestro Nino d’Angelo in occasione della 722° edizione della Fiera di San Giorgio.Un tuffo accorato nei meravigliosi anni 80 con un ospite d’eccezione che ha reso i suoi brani inconfondibili colonne sonore di quegli anni. Appassionati in visibilio affollano anche la rete: è tutto pronto per la tappa gravinese del “Concerto Anni ’80…e non solo” di domenica 24 aprile.\r\n\r\nUn appuntamento per rivivere emozioni e cantare a squarciagola i primi grandi successi che hanno  in poco tempo reso famoso il cantautore napoletano sia in Italia che all’estero. L’instancabile Nino si rimette in gioco e fissa sempre nuove date, tra cui quella tutta gravinese, di questo suo ultimo tour. Il concerto “amarcord” dello “scugnizzo” napoletano è partito a novembre scorso da Torino – toccando naturalmente Napoli – ed è arrivato sino a Barletta, coinvolgendo così l’intero stivale.\r\n\r\nQuello di domenica non sarà solo un revival anni 80. Ci sarà spazio anche per brani risalenti ai più vicini anni 90 e per quelli ancor più recenti, maturati dopo una lunga carriera. “Senza giacca e cravatta”, “Popcorn e patatine”, “Quel ragazzo della curva B”, ”La ragazza del metrò”, “Pronto, si’ tu?”, solo per citarne alcuni.\r\n\r\nAi successi musicali si affiancano le numerose pellicole che tanto lo hanno aiutato a sfondare e a renderlo un volto noto: “Lo studente”, “L’Ave Maria” e “Tradimento” e “Giuramento” che insieme ad altre sono state premiate con prestigiosi premi quali il David di Donatello, Globo d’oro, Ciak d’Oro e Nastro d’Argento. Artista poliedrico ed eclettico, ha saputo unire la musica, al cinema e al teatro sotto il segno del suo inconfondibile timbro vocale. Da cantante partenopeo è così diventato simbolo di una nazione intera come testimoniano le sue cinque partecipazioni al Festival di Sanremo, che vanno dal 1986 al 2010. Da non tralasciare è il suo approfondito lavoro di contaminazione fra canzone popolare e sonorità etniche, poi concretizzata con l’album “Stella ‘e matina”.\r\n\r\nDa quarant’anni ormai riesce a trasmettere la sua arte a più generazioni contemporaneamente, riuscendo sempre a riunire sotto il suo palco giovani e meno giovani. Semplicità e amore incondizionato per la musica sono indiscussi ingredienti della sua popolarità e dell’affetto dei suoi fan.\r\n\r\nA riprodurre con lui suoni e arrangiamenti originali sarà un folto gruppo di eccellenti musicisti:  Massimo Gargiulo al piano e alle tastiere, Agostino Mennella alla batteria, Guido Russo al basso, Franco Ponzo alle chitarre, Mimmo Langella alla chitarra elettrica e Milly Alcolese alla voce.\r\n\r\nSaranno loro a fare da cornice al tanto atteso Nino. Ed anche senza il caschetto di una volta e con qualche anno in più, saranno le note e le emozioni ad essere le stesse, immutabili, di un tempo.\r\n\r\nCosto del biglietto 5 euro oppure 6 euro, in prevendita, acquistabile online su http://www.fierasangiorgio.mytickets.it\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui