Cabtutela.it

BARI – Centocinquantamila migranti sbarcheranno in Italia questa estate, Puglia e Sicilia le due regioni che, in prima battuta, saranno chiamate a far fronte all’emergenza. La stima è stata fatta dal comandante generale delle Capitanerie di porto, ammiraglio Vincenzo Melone a margine del primo forum nazionale sulla portualità che si sta svolgendo a Bari. “Dovremo – ha spiegato Melone – certamente vedere cosa accadrà perché questa estate, dal punto di vista meteorologico, sarà una stagione piuttosto calda e tranquilla come mare. Certo è che il fenomeno è di grosse dimensioni”. Molto dipenderà da come evolverà la situazione in Libia. “Sembra che la Libia stia andando verso una forma di stabilizzazione – ha sottolineato l’ammiraglio – e questo porterebbe un controllo del fenomeno”. Quanto al rischio che tra i migranti possano nascondersi terroristi, Melone lo esclude. Chi ha “cattive intenzioni – spiega – preferisce andare via terra che certamente è più semplice. Fare la traversata significa in ogni caso essere sottoposti ad un controllo più spinto perché le persone che vengono soccorse a bordo delle unità, soprattutto quelle maggiori, sono molto controllate. Quindi – precisa – c’è già una fase di pre-controllo che può dare qualche segnale che possa fare interpretare qualcosa di importante. Il tutto – conclude – viene ovviamente riportato alle forze di polizia a terra, che poi procedono a ulteriori attività di indagine”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui