Cabtutela.it
acipocket.it
amgasbari

BARI – Si è tenuta questa mattina, in piazza Moro, la cerimonia per il 38esimo anniversario dell’omicidio dello statista pugliese, Aldo Moro, ucciso il 9 maggio del 1978 dalle Brigate rosse.\r\n\r\nAlla commemorazione, organizzata con la collaborazione della Federazione dei centro studi “Aldo Moro”,  era presente anche il sindaco di Bari Antonio Decaro che ha deposto una corona di alloro sia in piazza Moro sia vicino alla lapide dedicata allo statista e agli agenti della sua scorta sulla facciata di Palazzo di Città in corso Vittorio Emanuele.\r\n\r\n“La città di Bari, con la quale Aldo Moro ha sempre mantenuto un rapporto privilegiato e fecondo – ha dichiarato Decaro – gli deve molto. Il Mezzogiorno intero, di cui era un figlio orgoglioso, gli deve molto. Per tutti noi Aldo Moro rappresenta, ancora oggi, l’esempio della politica che ha come obiettivo, primo e ultimo, il bene comune ed è al servizio della comunità”.\r\n\r\nIl primo cittadino ha voluto ricordare anche Peppino Impastato, nel giorno dell’anniversario della sua morte: “Un altro uomo – ha dichiarato Decaro – che non vogliamo e non possiamo dimenticare, ucciso dalla mafia a causa del suo impegno civile e politico in favore della legalità, principio fondante di una comunità e delle sue regole di convivenza”.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui