Cabtutela.it
acipocket.it

BARI – Tunnel da attraversare, aste da saltare e passerelle da percorrere nel minor tempo possibile. Potrebbe sembra l’allenamento di un marines, invece è il percorso di gara che affrontano i cani che partecipano ai concorsi Agility.

\r\n

A farci da guida in questo mondo di gare ad ostacoli per gli amici a quattro zampe è Daniele Lavopa, che da quattro anni con la sua cagnolina Iris partecipa a gare di Agility in Puglia e in tutta Italia. Attualmente sul territorio pugliese sono due i circuiti di concorsi sportivi per cani: quello organizzato dallo Csen e quello dell’Enci.

\r\n

“L’Agility – racconta Daniele – è uno sport cinofilo che prevede l’esecuzione di un percorso ad ostacoli. In media ci sono 18 ostacoli e vince il cane che impiega il tempo minore per concluderlo o con un numero minore di penalità. Il cane ottiene uno svantaggio quando ad esempio non esegue correttamente il salto di un ostacolo. Il circuito delle gare Agility è molto cresciuto negli ultimi anni – prosegue Daniele – nel 2011 si organizzavano in Puglia al massimo due gare l’anno, mentre ora ci sono due weekend di gare al mese”.

\r\n

I concorsi sono aperti a tutte le razze di cani, senza distinzioni di dimensione. “E’ chiaro però – avverte Daniele – che alcuni cani non rendono come altri, essendo un tipo di competizione che sfrutta molto l’agilità e la forza degli animali. L’unico limite è l’età del cane: ogni partecipante deve avere almeno 18 mesi”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui