lapugliativaccina.regione.puglia.it

Si terrà lunedì 30 maggio, nell’aula magna del Palazzo Ateneo, l’incontro sul tema “Le radici della curiosità tra scienza e arte”, organizzato dall’associazione culturale Porta d’Oriente e dal consolato onorario del Portogallo. La giornata di studio, patrocinata dal Comune di Bari, è stata presentata questa mattina a Palazzo di Città dalla presidente dell’associazione Cettina Fazio Bonina e dal console Pierluigi Rossi alla presenza del presidente della commissione consiliare Culture del Comune di Bari Giuseppe Cascella.

\r\n

“Negli anni le neuroscienze – ha spiegato il consigliere Cascella – si sono mirabilmente intrecciate con altre discipline, come la biologia neuronale e neurologica, attraversando la chimica, l’informatica, persino la linguistica e la sociologia fino ad arrivare all’arte, che da questa nuova angolazione può essere definita come quel qualcosa che non riproduce il visibile, ma rende le cose visibili. Ne è la prova la capacità di molti scienziati, del passato e del presente, di unire nei loro lavori l’arte con la scienza, tra i quali Leonardo da Vinci”.

\r\n

“Grazie all’autorevole contributo degli illustri relatori – ha continuato la professoressa Fazio Bonina – l’incontro si pone come momento di riflessione rispetto al dialogo tra scienza e arte, ambiti del sapere solo apparentemente distinti e distanti. Sarà l’occasione per rispondere all’interrogativo su come si concilia la libertà dell’espressione creativa con il rigore della scienza, in questo caso della neuroscienza”.

\r\n

L’incontro si svolgerà presso l’Aula Magna “Aldo Cossu” in Ateneo alle ore 17.00 e sarà moderato da Cettina Fazio Bonina – presidente dell’Associazione Porta d’Oriente – e Pierluigi Rossi – console onorario del Portogallo a Bari – e interverranno come relatori il neurochirurgo Enrico Pierangeli, la neuroscienziata Patricia Correia e il chirurgo Mauro Scattarella.

\r\n

\r\n

\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui