Cabtutela.it
Aproli

\r\n\r\nSta ufficialmente arrivando l’estate. In alcune zone d’Italia, è vero, si fanno ancora i conti con i pantaloni lunghi, qui al sud si sfiorano temperature calde, già un assaggio della bella stagione che verrà. Il nostro compito, nel frattempo, sarà quello di non lasciarsi trovare impreparate e puntare su un capo che è da sempre nostro fedele alleato nelle giornate più calde: gli shorts.\r\n\r\nSi dice che siano difficili da indossare, che se non hai cosce snelle e non sei giovane non puoi permetterteli. Ma perché privarci di un capo che potrebbe essere indossato se solo lo scegliessimo in base alla nostra fisicità e con alcuni accorgimenti?\r\n\r\nE’ talmente versatile che sarebbe un peccato lasciarselo scappare! Sono comodi, possono essere indossati in città, in montagna o al mare, di giorno e di sera in una veste più elegante, senza parlare poi della moltitudine di tessuti, colori e fantasie.\r\n\r\n

\r\n\r\nDalle passerelle giungono altrettanti modelli di ogni tipo e foggia, non solo cotone ma anche capi lavorati in maglia o di pelle e sexy shorts o bermuda coloniali in veste di divisa metropolitana, da vere globe-trotter urbane. Si presentano come la giusta e discreta via di mezzo per affrontare le calde giornate in città, da abbinare con giacche, top o t-shirt basic.\r\n\r\nUna delle novità proposte dagli stilisti sono le culottes che richiamano la lingerie, cortissime che non lasciano nulla all’immaginazione. Camuffate da un long dress aperto sul davanti come la proposta di Balmain, colorate da Missoni oppure sotto una giacca maschile come suggerito da Vera Wang, le culottes possono essere esibite spudoratamente per esaltare un fisico scultoreo o lasciarle intravedere sotto un abito o una gonna semitrasparente.\r\n\r\nVediamo ora quale tipo di shorts scegliere e come indossarli.\r\n\r\n

\r\n\r\nInnanzitutto, attenzione alla lunghezza, se in spiaggia e al mare possiamo osare di più con un look più rilassato, in città, a lavoro o di giorno, durante le nostre attività quotidiane, è preferibile scegliere delle lunghezze medie. Da evitare l’accoppiata tacco chilometrico e shorts inguinale, passi (forse) per una serata in discoteca, ma di giorno è totalmente off limits!\r\n\r\nAd ognuna il suo modello: ogni donna deve scegliere il modello adatto al proprio fisico. Per esempio, se siete magre e volete dare volume e forma alle vostre curve osate con shorts plissè o dai volumi macro, oppure, degli shorts a vita bassa dai tessuti laminati o in pelle.\r\n\r\n

\r\n\r\nPer chi ha fianchi mediterranei e forme morbide puntate su tessuti scivolosi che accarezzano il corpo e non segnino troppo, perfetti sono i modelli a vita alta. Adatti perché nascondono l’antiestetica pancetta e donano centimetri in più sia che si indossino scarpe basse come sneakers sia zeppe.\r\n\r\nPer un look bon ton ma grintoso, abbinate il pantaloncino ad un blazer, con un top o una t-shirt, accostando il tutto ad un paio di sneakers o un mezzo tacco. Volete puntare sul “Coachella style”? Shorts in jeans o dalle fantasie etno e un paio di sandali gladiators. Ancora, per una serata con le amiche, modello in paillettes, un top morbido o una blusa effetto vedo-non-vedo e un paio di sandali flat con inserti gioiello, decisamente classy.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui