Giochi aperti fino a lunedì. Gli equilibri sociali del Bari sono fluttuanti. E lo saranno fino a termine dell’assemblea straordinaria di lunedì che registrerà un possibile nuovo patto sociale. La divergenza tra Paparesta e Giancaspro ha registrato un punto centrale sul diritto di prelazione in caso di vendita delle quote del presidente a Noordin Ahmad, imprenditore malese.

\r\n

Il quadro generale

\r\n

Gianluca Paparesta e Cosmo Giancaspro, soci del Bari, sono rimasti fino all’una della notte scorsa nello studio del notaio Titti D’Alesio a Terlizzi, dove era stata convocata l’assemblea straordinaria del club. La riunione, non essendo stato trovato alcun accordo per il ripiano dei debiti – cinque milioni di euro – e la ricostruzione del capitale sociale originario – due milioni – è stata aggiornata al pomeriggio di lunedì, sempre a Terlizzi: in quella sede verrà ratificato un possibile accordo che potrebbe anche cambiare gli equilibri societari attuali. Giancaspro ha dato la disponibilità a ripianare il debito e ricapitalizzare. In questo modo salirebbe considerevolmente la sua presenza azionaria. Secondo alcune ricostruzioni potrebbe essere firmato un accordo nel quale Paparesta – entro un termine definito – eserciterebbe la facoltà di riacquisto da Giancaspro. Di sicuro le scadenze contabili e della Covisoc per l’iscrizione alla prossima stagione sono imminenti.

\r\n

Le dichiarazioni di Paparesta e Giancaspro

\r\n

“Abbiamo a cuore le sorti della società e stiamo lavorando al fine di arrivare ad una soluzione positiva per il Bari. Procediamo per il bene di tutti” ha detto Gianluca Paparesta in una pausa dei lavori. “Non è una trattativa ma una valutazione del da farsi, che deve essere necessariamente condivisa”, ha aggiunto Giancaspro.

\r\n

Le risorse di Noordin

\r\n

Allo stato, non sono arrivate risorse dal potenziale investitore malese Noodin Ahmad, che aveva firmato l’8 aprile scorso un preliminare d’acquisto del 50% delle quote azionarie di Paparesta, annunciando anche “la Champions in cinque anni”.

\r\n

La continuità aziendale

\r\n

L’inizio della prossima settimana sarà decisivo, dal momento che questi passaggi societari e contabili sono indispensabili non solo per la continuità aziendale, ma anche per l’iscrizione al prossimo campionato di serie B e per la programmazione dell’attività sportiva.

\r\n

In ballo il diritto di prelazione come socio di Giancaspro

\r\n

Vigente il preliminare di acquisto firmato l’8 aprile con Noordin Ahmad da Paparesta, il socio Giancaspro può, secondo la legge, esercitare il diritto di prelazione, a cui non ha mai rinunciato. Trovare un accordo su questo nodo, con un percorso di liquidazione o con la cessione del diritto, chiarirebbe lo scenario, al momento in rapido divenire.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here