Tiro alla fune, arco, corsa con i sacchi: il Cus si apre alla città e sabato alle 9 e 30  dà appuntamento per i “Giochi oltre frontiera”, una manifestazione dedicata a tutta la famiglia che coinvolgerà in un torneo insolito e sorprendente gli alunni delle scuole baresi, più in generale, bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni.

\r\n

Ci saranno dieci squadre, divise in base ai cinque municipi.  In una cornice medioevale i partecipanti dovranno superare diverse prove tra manche di terra e d’acqua.

\r\n

“Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta del Cus Bari – ha detto l’assessore all’Istruzione, Paola Romano – perché già da tempo il nostro assessorato promuove la pratica sportiva nelle scuole, con progetti ad hoc che vedono il Cus come partner importante insieme ad altre associazioni e centri cittadini”.

\r\n

Nella prima edizione dei  Giochi oltre frontiera è previsto il premio “Comunità accoglienti” che sarà assegnato ad Annalisa Gadaleta, assessore alla Pubblica istruzione nella cittadina belga di Moleenbek.

\r\n

“Il Centro Universitario Sportivo – ha spiegato il presidente del Cus, Giuseppe Seccia – ormai da alcuni anni dedica un appuntamento speciale aperto alla città, pensato soprattutto per i più piccoli e per le loro famiglie. Abbiamo scelto di coinvolgere i piccoli studenti del secondo ciclo della scuola primaria e ragazze e ragazzi delle scuole secondarie di primo grado di Bari con il desiderio di rendere le scuole protagoniste di questo percorso, con lo scopo anche di farne un progetto stabile che possa negli anni arricchirsi di stimoli e di contributi”.  Alla presentazione dell’evento hanno partecipato anche Terry Marinuzzi, direttore artistico dell’evento e regista teatrale e il consigliere comunale Renato Laforgia.

\r\n

\r\n

Previsti anche momenti di  intrattenimento, giochi per le diverse fasce d’età, prove sportive gratuite per bambine/i e ragazze/i di pattinaggio, basket, canoa, canottaggio, atletica leggera, vela. La giornata si concluderà con la cerimonia di premiazione alle 20, mentre alle 21 in programma lo spettacolo di teatro ragazzi “Sposa Sirena” della compagnia Crest: una storia tratta da una leggenda tarantina che ha fra i suoi principali protagonisti il mare.

\r\n

 

\r\n

Il programma

\r\n

 

\r\n

ore 9.30 zona palco: accoglienza con danze della tradizione popolare dei Paesi dell’area del Mediterraneo

\r\n

 

\r\n

ore 10-13 “Open day Cus Vacanze” con attività ludica dedicata ai bambini dai 3 ai 5 anni e dai 6 agli 8 anni;

\r\n

 

\r\n

ore 10-13 pista di atletica leggera: apertura del villaggio medioevale “gioCUSando 2016” – presentazione della giuria e delle squadre al pubblico

\r\n

 

\r\n

Avvio dei Giochi oltre Frontiera – I parte/ manche a terra – in programma quattro giochi dell’antica tradizione popolare

\r\n

 

\r\n

ore 13 intervallo

\r\n

 

\r\n

ore 16  piscina scoperta: Giochi oltre Frontiera – II parte  “Giochi d’acqua” – in programma tre giochi in piscina

\r\n

 

\r\n

ore 16-19 prove gratuite di atletica leggera, basket, canoa, canottaggio, vela, pattinaggio

\r\n

 

\r\n

ore 20 cerimonia d’onore per la consegna del premio “Comunità Accoglienti – Bari, gioCUSando 2016” e premiazione della squadra vincitrice del trofeo “Giochi oltre Frontiera”

\r\n

 

\r\n

ore 21  spettacolo di teatro ragazzi “Sposa Sirena” della compagnia Crest

\r\n

 

\r\n

Al termine: “Barche solidali”, un omaggio ai morti in mare nel tentativo di raggiungere le coste europee.

\r\n 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here